Maltempo, arrivano i primi mea culpa

Firenze colpita dal maltempo
1' di lettura

Il sindaco di Firenze ammette: l'emergenza neve poteva essere gestita meglio. Intanto, la società Autostrade dà inizio alle procedure per i rimborsi, mentre continuano le proteste. FOTO E VIDEO

SEGUI LE PREVISIONI METEO

Italia al gelo, mai vista così tanta neve: FOTO
L'Italia e l'Europa sotto la neve: FOTO
Da Ostia al Colosseo: Roma è sotto la neve
Neve e gelo: anche l'Europa è bloccata

Dopo il fine settimana di maltempo che ha paralizzato la Toscana (e, più in generale, l'Italia) si iniziano a fare i primi bilanci e arrivano le prime ammissioni di colpa. Matteo Renzi, ammette, in un'intervista a La Repubblica , di aver sbagliato nella gestione dell'emergenza neve che ha colpito Firenze venerdì 17 dicembre. Il primo cittadino dichiara: "Mi assumo l'intera responsabilità", ma non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalla scarpa e aggiunge "se poi nel disagio ci si mettono anche i ministri che vengono a fare comizi e speculazioni, allora mi girano le scatole".
A scaldare il dibattito, infatti, ci aveva pensato il ministro dei Trasporti Altero Matteoli , in Toscana per una cena del Pdl, che elogiando la gestione di Autostrade aveva lamentato che a Firenze il traffico era rimasto bloccato per ore.
Secondo Renzi "i disagi a Firenze città ci sono stati e pure pesanti. Ma le code sono durate tre ore e non dodici come in autostrada. Matteoli ha detto l'opposto". "A me spiace che gufino contro Firenze", dice poi Renzi aggiungendo: "Se c'è qualcuno del Pd contento di un mio errore, che dire? Beati loro che si divertono così. Le critiche che si rivolgono all'interno del Pd non sono lotte tra nemici, servono meglio a combattere l'avversario politico, il centrodestra. Perché rimane il centrodestra l'avversario - chiede - o no?".

Società Autostrade avvia i rimborsi - Ma un'ammissione di colpa, con meno implicazioni politiche, arriva anche da Società Autostrade , che dopo le sollecitazioni ricevute dalle associazioni di consumatori, ha deciso di avviare le procedure di conciliazione e di aprire un confronto per stabilire qualità e quantità dei risarcimenti per gli automobilisti rimasti bloccati in autostrada. Secondo il Codacons la somma da risarcire dovrebbe essere di almeno 500 euro a persona, erogabile anche con bonus o altri servizi dello stesso valore.
Le polemiche a posteriori per la gestione del maltempo non sono una novità per i comuni italiani. Lo scorso anno Milano, imbiancata dalla neve, si scoprì sprovvista di sale da spargere sulle strade. Investita dalle critiche il sindaco Moratti ammise che le scorte erano insufficienti , ma si giustificò spiegando che la nevicata era andata oltre le aspettative e che Milano aveva donato il proprio sale ad altre città.

I commenti dei fiorentini sul maltempo:


Leggi tutto