Neve al Nord, in attesa di una tregua

Parco del Valentino a Torino imbiancato dalla neve in una foto di archivio
1' di lettura

Spargisale in azione a Milano, temperature più alte al Centro-Sud. A causa delle nevicate è stato chiuso al traffico il traforo del Gran San Bernardo. GUARDA LE PREVISIONI

SEGUI LE PREVISIONI METEO

Guarda anche
:
Acqua alta a Venezia: le foto
Un sub in piazza San Marco: le foto
L'Italia e l'Europa sotto la neve: l'album fotografico

Neve e precipitazioni al Nord, temperature in aumento al Centro-Sud. Sono queste le previsioni meteo per lunedì 6 dicembre, mentre una tregua dovrebbe arrivare per la giornata dell'Immacolata.

Neve a Milano - Spargisale in azione a Milano, imbiancata da un sottile manto di neve. I fiocchi sono iniziati a scendere nella tarda serata di domenica sul capoluogo lombardo, le cui strade sono comunque percorribili. Nonostante rallentamenti un po' ovunque il traffico, infatti, secondo vigili urbani e polstrada è regolare in città. La situazione è appena più difficile in periferia dove l'asfalto, meno battuto dalle macchine, a tratti è insidioso per il ghiaccio. La situazione pare destinata a migliorare in giornata, visto che la neve si sta mischiando alla pioggia.

Chiuso il traforo del Gran San Bernardo -
A causa dell'abbondante nevicata in corso tra Valle d'Aosta e Svizzera, il traforo del Gran San Bernardo è stato chiuso al traffico. La decisione della temporanea sospensione della circolazione è stata presa dalle autorità elvetiche.

Traffico sulla rete autostradale - Autostrade per l'Italia fa sapere che "la circolazione sulla rete del Gruppo è sempre stata regolare, grazie al piano operativo attivato in collaborazione con la Polizia Stradale". Le tratte attualmente interessate dalle precipitazioni nevose sono: la A4 tra Milano e Brescia; la A5 tra Aosta e il traforo del Monte Bianco; la A8 tra Milano e Varese; la A9 tra Lainate e Chiasso e la diramazione Gallarate- Gattico, la A26 tra Casale Monferrato e la SS 33 del Sempione, e la Diramazione Stroppiana-Santhià. Guarda le previsioni del traffico.

Trovati gli escursionisti dispersi -
Sono stati ritrovati, sani e salvi i due escursionisti dispersi da domenica 5 sulle montagne nella zona del Casone di Profecchia, a Castiglione Garfagnana (Lucca). Erano due ore e mezzo di cammino dal rifugio più vicino. Ad intercettarli, dopo ore di ricerche, gli uomini del Soccorso alpino di Lucca e dell'Emilia-Romagna. I due, marito e moglie, di 50 e 44 anni, volontari del Cai, residenti a Castelnuovo Garfagnana (Lucca), si erano persi a causa di un banco di nebbia pressoché impenetrabile, che ha reso difficilissime anche le operazioni di recupero. Rimasta in contatto con i soccorritori grazie a un cellulare e ad una radio, la coppia ha passato la notte in una buca scavata nella neve per proteggersi dal freddo.
Ed è stato trovato e messo in salvo nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 anche l'escursionista dato per disperso nelle montagne dell'imperiese tra il rifugio Allavena, in località Colla di Melosa, ed il Cima Marta, mentre era in corso una bufera di neve. Secondo prime sommarie informazioni che arrivano dai gestori del rifugio, l'uomo, un sanremese di 49 anni, è stato trovato in buone condizioni di salute, tanto che è sceso a valle autonomamente.

Leggi tutto