Quando i bulli li trovi su Facebook

La pagina di login di Facebook - Foto Getty
1' di lettura

La polizia postale di Matera ha segnalato sette minori di 14 anni che tormentavano un loro coetaneo attraverso un falso profilo sul social network

Su Facebook i rapporti saranno anche virtuali, ma gli effetti della diffamazione e del bullismo, anche se telematico, sono drammaticamente reali. A scoprirlo è stata a Matera la Polizia Postale, che  è dovuta intervenire per fermare una baby gang di ragazzini, tutti sotto i 14 anni, che usavano il celebre social network per dare vita ai loro atti di bullismo. I sette giovani tormentavano un loro coetaneo attraverso un falso profilo, creato apposta, attraverso cui gli attribuivano azioni ignobili, nella realtà mai commesse, e alimentando attorno a lui un clima di odio. La situazione si era fatta talmente intollerabile che la vittima si rifiutava di andare a scuola terrorizzato dalla paura. A salvarlo le forze dell’ordine che hanno ora segnalato la gang al Tribunale dei Minori.

Leggi tutto