I pendolari di Trenitalia? Insoddisfatti al 100%

1' di lettura

Da un'indagine dell'associazione dei consumatori Altroconsumo emerge che la maggior parte dei viaggiatori interpellati giudica i vagoni sporchi e antigienici. E intanto arriva anche a livello locale la concorrenza

Il grado di soddisfazione dei pendolari sulla linea Piacenza Milano? Zero assoluto. Almeno così sostiene l'associazione dei consumatori Altroconsumo, che ha effettuato una ricerca su oltre 1400 utenti per giudicare il livello di soddisfazione di chi viaggia per lavoro sulle tratte regionali. Tra tutti i percorsi presi in esame quello tra il capoluogo lombardo e la città emiliana è in assoluto la maglia nera: 100% di insoddisfazione. E le altre tratte non stanno certo meglio.

In un'Italia che punta sempre di più all'Alta Velocità (i treni Frecciarossa circolano ormai da quasi due anni) chi usufruisce del trasporto su rotaia per tratte locali rischia spesso di restare indietro. E il problema non è certo nuovo. Lo scorso anno le associazioni dei pendolari scrissero una lettera al ministro Sacconi per denunciare le scarse condizioni igieniche nelle quali erano costretti a viaggiare. E a febbraio di quest'anno, quando Trenitalia lanciò la proposta di un nuovo sistema per l'Alta Velocità, su Internet si scatenò la frustrazione e il sarcasmo dei pendolari che invitavano l'azienda guidata da Mauro Moretti a occuparsi prima della pulizia dei treni già esistenti.

Scorrendo l'inchiesta di Altroconsumo le cose non sembrano essere migliorate da allora. L'insoddisfazione dei passeggeri è distribuita su tutto il territorio nazionale (79% nell'area di Roma) e il problema principale continua a restare l'igiene, giudicato pessimo dall'89% dei pendolari: le carrozze e i sedili sono descritti come sporchi, si avverte la presenza di cattivo odore, vetri e bagni sono in condizioni antigieniche e si sottolinea la presenza di rifiuti. Per questo motivo l'associazione dei consumatori mette a disposizione, attraverso un form sul proprio sito, consulenza legale a chi voglia fare causa a Trenitalia per il servizio offerto.

Su questa insoddisfazione sperano di infilarsi i potenziali concorrenti di Trenitalia. Il mercato del trasporto su rotaia è ormai aperto e da qualche mese operano sulla rete italiana anche operatori esteri e privati. Da oltre un anno le ferrovie tedesche offrono un collegamento da Milano e Bologna verso Monaco di Baviera e da meno di un mese è attivo un servizio per pendolari privati, Arenaways, tra Milano e Torino. Le tariffe, rispetto al vettore nazionale, sono più alte, ma il servizio, stando a quanto promesso su carta, dovrebbe essere migliore.


Leggi tutto