Infiltrazioni mafiose a Desio, cade la giunta comunale

1' di lettura

I consiglieri dell'opposizione e quelli della Lega hanno rassegnato le dimissioni in seguito al coinvolgimento di alcuni esponenti del Pdl nell'inchiesta sulle infiltrazioni della 'ndrangheta al Nord

Leggi anche:
Mafia al Nord, la querelle tra Maroni e Saviano

L'amministrazione comunale di Desio, guidata da Giampiero Mariani del Pdl, è caduta in seguito al coinvolgimento di alcuni esponenti politici nell'inchiesta sulle infiltrazioni della 'ndrangheta nel Nord Italia. Tra gli indagati ci sono Nicola Mazzacuva, presidente del Consiglio comunale, Natale Marrone, consigliere, Rosario Perri, ex assessore provinciale: sono tutti membri del Pdl.

La maggior parte dei consiglieri comunali ha firmato le proprie dimissioni provocando la caduta della Giunta di centrodestra. Insieme all'opposizione hanno rassegnato le dimissioni anche i consiglieri della Lega Nord, pur appartenendo alla maggioranza.

"A luglio avevamo chiesto l'intervento del ministro dell'Interno Roberto Maroni, ma qualche esponente leghista ci ha detto che esageravamo: oggi dovrà ricredersi" ha dichiarato il consigliere regionale del Pd Giuseppe Civati nel commentare la vicenda. "C'è bisogno - ha aggiunto - di persone nelle amministrazioni capaci di fare muro contro le infiltrazioni della criminalità nelle pubbliche amministrazioni e nell'economia. Criminalità che si infila negli appalti e che lucra sulle aggressioni al territorio. Oggi e' un bel giorno per Desio, la Brianza e il Nord".

Leggi tutto