Terremoto dell’Irpinia, 30 anni dopo è ancora polemica

1' di lettura

Il 23 novembre del 1980 il sisma che distrusse interi paesi causando oltre 3 mila vittime. Il documentario di History (canale 407 di Sky), in onda martedì 23 novembre alle 22, ripercorre quei momenti che “scossero l’Italia”. GUARDA UN ESTRATTO

23 Novembre 1980. Ore 19:35. Due scosse, a distanza di pochi secondi l’una dall’altra, stroncano la vita di quasi 3.000 persone. Il sisma colpisce un’area di 17mila chilometri quadrati nell’Appennino meridionale, tra la Campania e la Basilicata. Interi paesi crollano su se stessi lasciando alle loro spalle una scia di morte e 300mila senzatetto. A 30 anni da quei terribili eventi, History (canale 407 di Sky) propone 'Terremoto dell’Irpinia', un documentario che prova a far luce sui lati oscuri di una dolorosa vicenda che ancora oggi non ha esaurito polemiche, interrogativi e accuse reciproche. Immagini storiche, fotografie e interviste che ripercorrono il dramma, le storie personali, i soccorsi e le inefficienze del sisma che scosse l’Italia e le cui conseguenze sono ben visibili ancora oggi. Sono infatti in molti a ritenere che fu proprio la camorra a trarre i maggiori benefici dalla ricostruzione post-terremoto.

Tra gli intervistati Paolo Cirino Pomicino, all’epoca esponente di punta della Dc a Napoli, Oscar Luigi Scalfaro, il presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sulla ricostruzione dell’Irpinia, Giulio Di Donato, consigliere, assessore e vicesindaco del comune di Napoli dal 1975 al 1983, Giuseppe Zamberletti commissario governativo incaricato del coordinamento dei soccorsi. In onda martedì 23 novembre 2010 alle 22:00, 'Terremoto dell’Irpinia' è stato prodotto da Straight to video – Panamafilm, diretto da Fabrizio Bancale ed è stato scritto da Riccardo Brun, Paolo Rossetti, Fabrizio Bancale.

Leggi tutto