Napoli, restano a terra 2500 tonnellate di rifiuti

Napoli - domenica 21 novembre 2010
1' di lettura

Gli impianti sono quasi saturi e "lunedì sulle strade della città ci saranno 3000 tonnellate di spazzatura" avverte l'assessore comunale Giacomelli. Il presidente della Regione Caldoro: "Se lavoriamo bene ne usciremo tra 3 anni"

Guarda anche:

L'emergenza rifiuti: tutte le foto
Campania, 15 anni di emergenza rifiuti
Ecco come crescono i limoni a Terzigno

Sono sempre allarmanti le cifre dell'emergenza rifiuti a Napoli e in provincia. Nelle strade del capoluogo campano 2550 tonnellate di spazzatura aspettano di essere raccolte. Sabato ne sono state rimosse 1100 tonnellate, sversate a Chiaiano e nei due impianti Stir di Tufino e Giugliano, ormai prossimi alla saturazione. 

"Abbiamo già circa 40 compattatori pieni, che non hanno potuto sversare e che domenica notte non potranno raccogliere", ha spiegato l'assessore comunale di Napoli Paolo Giacomelli. Domenica la raccolta sarà limitata alle 750 tonnellate che possono essere assorbite dalla discarica di Chiaiano, per cui lunedì saranno 3000 le tonnellate di rifiuti giacenti in città".
Lunedì la situazione sarà "difficilissima - afferma Giacomelli - ed è chiaro che la città non può reggere ad un accumulo di 600 tonnellate al giorno di rifiuti non raccolti". Secondo l'assessore all'igiene "anche il personale è demotivato dopo aver recuperato da martedì scorso a venerdì 1000 tonnellate. Adesso torniamo indietro".

Per martedì prossimo è fissato un tavolo tecnico promosso dall' Anci con i presidenti delle Regioni, ai quali sarà richiesta nuovamente la disponibilità ad accogliere rifiuti provenienti dalla Campania. La disponibilità espressa dalla Regione Toscana - ha detto Giacomelli - deve essere concretamente verificata.
Il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, ha sottolineato l'esigenza di realizzare gli impianti, unica soluzione all'emergenza. "Se lavoriamo bene ne usciremo tra tre anni. E' difficile, infatti, - ha detto - recuperare venti anni in cui non si è realizzato nulla nella nostra Regione sul sistema dei rifiuti. Dobbiamo accelerare la realizzazione degli impianti e uscire da questa crisi strutturale".

Leggi tutto