Pinerolo, una mamma difende le maestre dell'asilo

L'asilo nido "il Paese delle Meraviglie" di Pinerolo sequestrato dai Carabinieri per maltrattamento su bambini
1' di lettura

"I miei figli non hanno mai manifestato alcun problema". Parla così, ai microfoni di SkyTG24, la madre di due piccoli che hanno frequentato il nido "Il Paese delle Meraviglie" posto sotto sequesto per ordine della magistratura per presunti maltrattamenti

"Non ci sono prove valide che possano portare me genitore ad avere dubbi su ciò che accadeva là dentro". A parlare è la mamma di due bimbi dell'asilo nido "Il Paese delle Meraviglie" posto sotto sequestro per presunti casi di maltrattamenti su piccoli. 

"I miei figli sono sempre stati bene. Non hanno mai manifestato problemi" spiega la donna che precisa che se il figlio è forse troppo piccolo per parlare, la bambina, avendo quasi sei anni, sarebbe stata in grado di confidarsi con mamma e papà nel caso avesse visto o avesse subito delle violenze. "Si lavorava molto a scuola " aggiunge la donna, che ribadisce: "I miei bambini non hanno mai avuto alcun problema".

Intanto sono tornate all'interno dell'asilo nido "Il paese delle meraviglie" di Pinerolo (Torino) le tre maestre indagate dalla Procura per presunti maltrattamenti sui bambini che frequentavano la struttura. Le insegnanti - Francesca Pamfili, Elisa Griotti e Stefania Di Maria - sono tornate nella scuola per un sopralluogo che è stato chiesto dal loro collegio difensivo ed è stato autorizzato dal Gip, in vista dell'affidamento giudiziale dell'asilo nido, sotto sequestro da giovedì scorso, al sindaco di Pinerolo, Paolo Covato, per la ripresa dell'attività con la gestione diretta da parte del Comune.

Leggi tutto