Notai, il ministro Alfano annulla le prove del concorso

1' di lettura

La decisione del Guardasigilli in riferimento alla prova sospesa per motivi di ordine pubblico e su cui è stata aperta un’inchiesta per abuso di ufficio. E' stato inoltre stabilito di “salvare il bando e di rinnovare la commissione esaminatrice"

Leggi anche:
Il concorso pubblico? "E' una nuova guerra tra poveri"
Quando l'esame è da rifare

Annullare le prove, salvare il bando di concorso, rinnovare per intero la commissione e trasmettere gli atti in possesso del ministero della Giustizia alla procura di Roma: è quanto ha deciso il Guardasigilli Angelino Alfano in riferimento alla "gravissima vicenda" del concorso per 200 posti di notai sospeso per motivi di ordine pubblico la settimana scorsa e su cui la procura di Roma ha aperto un'inchiesta per abuso di ufficio.

"Ho attentamente studiato gli atti che mi sono stati trasmessi dalla commissione e - sottolinea Alfano in una nota - mi sono risoluto alle seguenti determinazioni". Innanzitutto - afferma - "salvare il bando di concorso per evitare che tanti laureati siano penalizzati da ulteriori ritardi derivanti dalla pubblicazione di un nuovo bando che tarderebbe oltremodo la data del prossimo concorso".

In secondo luogo, il ministro ha deciso di "annullare le prove celebrate e, in questo senso, inviterò il Direttore Generale a procedere immediatamente". Inoltre, è stato stabilito di "rinnovare per intero la commissione esaminatrice che ha provveduto all'individuazione delle tracce e presieduto allo svolgimento delle prove, pur non nutrendo alcun dubbio sulla buona fede dei suoi componenti". Infine Alfano trasmetterà gli atto in suo possesso alla Procura della Repubblica "per le eventuali iniziative di competenza".

La decisione del Guardasigilli è accolta favorevolmente dal Consiglio Nazionale del Notariato, che esprime "piena soddisfazione" . Si legge in una nota: "Si tratta di una soluzione che conferma l'affidabilità del sistema concorsuale di selezione dei futuri notai e restituisce serenità ai candidati, che potranno così completare al più presto il percorso di accesso al notariato per il quale hanno tanto lavorato".

Leggi tutto