Il sindaco alle ragazze: "Lasciate chi scrive sui muri"

1' di lettura

Vincenzo De Luca, primo cittadino di Salerno, lancia la sua invettiva contro i "fenomeni di messaggeria patetica" che compaiono nella sua città. Ad esempio? "Frullino, sei il mio battito d'ali". L'autore, secondo il sindaco, è "un imbecille"

“Vorrei dire alle ragazze: guardate, proprio come fatto di metodo, se trovate un ragazzo che è così imbecille da scrivere messaggi come ‘Frullino sei il mio battito d’ali’, prima lo lasciate meglio è, perché non è buono”. Il sindaco sceriffo Vincenzo De Luca sfodera l’arma della posta del cuore. E contro chi imbratta i muri chiede “aiuto alle ragazze” per “contenere” certi “fenomeni di messaggeria patetica”.

Nel video che negli ultimi giorni ha impazzato via Facebook (quasi 25 mila contatti su Youtube), De Luca, primo cittadino di Salerno e candidato del centrosinistra alle ultime regionali in Campania, lancia uno degli anatemi che in questi anni i salernitani gli hanno visto pronunciare tante volte dagli schermi delle tv locali contro imbrattatori, vandali e delinquenti.

Questa volta, dopo aver vantato la risistemazione di alcuni giardini, il sindaco esterna la sua preoccupazione: “Abbiamo sempre qualche imbecille che arriva la notte a fare la scritta con la bomboletta o per lasciare la propria firma o per mandare un messaggio d’amore alla propria ragazza”. Ad esempio? “Frullino sei il mio battito d’ali”. “Ma come si fa?”, scuote la testa De Luca. E lancia un appello alle ragazze: chi scrive una cosa del genere “prima lo lasciate meglio è".


Guarda anche:
Castellammare, vietate minigonne assai succinte e bestemmie

Sanremo, vietato dormire in camper. Ed è polemica

Leggi tutto