Frane e allagamenti al Nord. E il maltempo non molla

1' di lettura

Dopo un week end sotto la pioggia sono attese nuove precipitazioni nella giornata di Ognissanti. Situazione di allerta nel Ponente ligure e in Toscana. E a Milano il fiume Seveso supera la prima soglia di allarme. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL TEMPO

SEGUI LE PREVISIONI METEO

L'ITALIA NELLA MORSA DEL MALTEMPO: LE FOTO

Novembre inizia all’insegna del maltempo. La perturbazione di origine atlantica, che già nella giornata di domenica 31 ottobre ha portato piogge e vento su gran parte dell'Italia, si farà sentire anche nel giorno di Ognissanti. Al nord la situazione meteorologica migliorerà solo a partire dal tardo pomeriggio; al centro piogge e rovesci saranno intensi; al sud il cielo sarà nuvoloso e sono previsti, a tratti, dei rovesci.

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 ottobre si sono verificati frane e allagamenti nel savonese. La pioggia ha colpito in particolare Finale Ligure e Albenga, nel savonese e nell'imperiese. I vigili del fuoco e la polizia municipale di Savona sono stati impegnati nelle operazioni di messa in sicurezza di una frana avvenuta lungo la via Aurelia, all'altezza della funivia del carbone. Sono state numerose poi le auto travolte dall'acqua piovana nell' imperiese. Frane anche a Genova nella zona di Voltri e Sestri e nella parte orientale del capoluogo ligure. E la pioggia ha colpito pesantemente anche La Spezia.

A Milano la pioggia battente, che non accenna a smettere da sabato notte, ha determinato il superamento della prima soglia di allarme - 118 centimetri - del fiume Seveso, che lo scorso 18 settembre è esondato causando disagi per alcuni giorni alla rete metropolitana del capoluogo lombardo. Venezia attende per lunedì mattina il ritorno dell'acqua alta, con una punta massima verso le ore 7 di 115 centimetri (marea molto sostenuta) sul medio mare. Per martedì 2 novembre il centro maree prevede la stessa misura, 115 centimetri. Le piogge delle ultime 18 ore hanno causato l'innalzamento dei livelli dei fiumi nei tratti montani dei bacini delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna; qui si prevedono piogge ancora per le prossime 36 ore.

Situazione difficile anche in Toscana, dove si sono allagate strade e scantinati, soprattutto in provincia di Massa Carrara e in Versilia. Il maltempo ha creato qualche problema anche per i collegamenti marittimi, specie con l'isola d'Elba. Sull'isola ci sono stati una serie di interventi dei vigili del fuoco; il vento a forza 8 e il mare agitato hanno causato la cancellazione delle prime corse mattutine da e per Portoferraio. La Regione Toscana ha emesso un nuovo avviso meteo valido dalle 13 di domenica 31 ottobre alle 23 di lunedì primo novembre per le zone dell'Alto Mugello, del Bacino del Fiume Ombrone e del Valdarno Inferiore.

Leggi tutto