Bergamo, sacerdote sedotto e ricattato: un arresto

1' di lettura

L'ideatore del piano, un cittadino romeno di 28 anni, è finito in manette con l'accusa di estorsione. La moglie è al momento ricercata: aveva filmato di nascosto gli incontri intimi con il prete di 65 anni

Ha fatto sedurre un sacerdote dalla sua donna, che ha filmato con una telecamera nascosta gli incontri intimi con il prete e poi lo ha ricattato. Per questa vicenda un romeno di 27 anni, venditore ambulante, pregiudicato, residente a Sirtori (Lecco), è stato arrestato con l'accusa di tentata estorsione, mentre la sua complice è ricercata. Nel loro mirino un sacerdote bergamasco di 65 anni, al quale lo scorso anno i due si erano presentati come marito e moglie in difficoltà economiche, ottenendo qualche giorno di ospitalità.

I due erano tornati in patria ma erano rimasti in contatto con il prete, al quale parlavano continuamente del loro stato di povertà. Il sacerdote ha prima inviato loro qualche piccola somma, e poi è addirittura andato in Romania per verificare l'effettivo stato di bisogno. Dopo avere mandato ancora qualche altra somma, i rapporti si sono interrotti. Lo scorso giugno la donna ha chiamato il sacerdote dicendogli di trovarsi in un albergo di Bergamo. Il parroco le ha saldato il conto, l'ha portata a cena, poi l'ha portata in un secondo hotel, dove i due hanno avuto rapporti sessuali. Non sapeva però che la rumena aveva nacosto una telecamera che ha filmato tutto.

Qualche giorno dopo l'uomo si è presentato dal prete mostrandogli delle foto prese dal filmato e minacciando di disribuirle ai fedeli all'uscita dalla messa se non avesse avuto 70mila euro, di cui 20mila nel giro di due giorni. Il sacerdote ha accettato ma poi si è rivolto ai carabinieri della Compagnia di Treviglio. Che ora hanno arrestato l'uomo e stanno cercando la donna.

Leggi tutto