Terzigno, continuano gli scontri

terzigno
1' di lettura

Dopo un'altra notte ad alta notte ad alta tensione continua la protesta dei cittadini contro la discarica. Occupata una stazione della Circumvesuviana. I VIDEO E LE IMMAGINI

Guarda anche

Terzigno, il film della notte di scontri
L'emergenza rifiuti: tutte le foto
Campania, 15 anni di emergenza rifiuti

(in fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza rifiuti)

Giornata di scontri e tensioni nell'area del Parco Nazionale del Vesuvio. Dopo una lunga notte, dove sono proseguiti gli scontri tra gli abitanti della zona e le forze dell'ordine, oggi alcuni dimostranti hanno bloccato la stazione della Circumvesuviana in Via Croce Rossa a Terzigno.

Ma la rabbia dei residenti non si è mai placata. Nel corso della nottata sono proseguiti momenti di guerriglia con la polizia. In via Zabatta intorno all'una di notte, c'è stata una prima sassaiola contro le forze dell'ordine, seguita mezz'ora dopo anche dal lancio di petardi, fuochi d'artificio, con il ferimento di due poliziotti (uno con bruciature alle braccia e uno con problemi ad uno dei piedi), entrambi medicati al 118, e due carabinieri, uno dei quali con una prognosi di 7 giorni.

Nel frattempo vigili del fuoco e squadre Anas hanno ripulito la strada statale 268 ostruita dal tardo pomeriggio all'altezza di Ottaviano. La 'guerriglia' si è conclusa alle 7,15 di questa mattina, senza che nessun camion riuscisse ad arrivare fino alla discarica. A Bosco Trecase, poi, due persone a bordo di uno scooter hanno lanciato due molotov dentro l'isola ecologica del comune, danneggiando due mezzi per la raccolta rifiuti; il custode, un cittadino marocchino di 46 anni, ha riportato ustioni ai piedi guaribili in 5 giorni nel tentativo di spegnere l'incendio. A Napoli, l'incendio dell'autocompattatore di Enerambiente si è avuto intorno alla mezzanotte e mezza, quando l'autista e il suo aiutante erano scesi dal mezzo per una pausa. Il rogo è stato appiccato alla cabina guida e ha distrutto parzialmente il mezzo.

Tutti i video sull'emergenza rifiuti

Leggi tutto