Emergenza rifiuti, Manganelli: "Andiamo avanti con la forza"

Il capo della polizia Antonio Manganelli
1' di lettura

Dopo gli scontri di Terzigno parla il capo della Polizia: "Noi non siamo nemici di chi manifesta, facciamo il nostro lavoro". E aggiunge, "c'è rammarico che temi che altri soggetti sono chiamati a risolvere diventino un problema di polizia"

L'emergenza rifiuti: tutte le foto
Napoli, "torna" la monnezza. Ma se n'era mai andata?

(in fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza rifiuti)

"C'è rammarico per il fatto che temi che altri soggetti sono chiamati a risolvere trovino in un ruolo di supplenza le forze di polizia". E' questo il commento del capo della polizia, Antonio Manganelli, a margine di un'audizione al Senato - degli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine per la discarica di Terzigno.
"Noi - ha aggiunto - non siamo certo nemici di chi manifesta, facciamo il nostro lavoro e continuiamo a fare quello che siamo chiamati a fare: lì si deve sversare e lo consentiremo anche se questo costa l'uso della forza. Raccolgo però - ha sottolineato - il rammarico dei miei uomini che tutte le sere fanno una battaglia. Dispiace che questo sia diventato un problema di polizia e che un'area geografica consolidi sentimenti di ostilità verso le forze dell'ordine, ma noi non siamo certo nemici di chi manifesta".

Tutti i video sull'emergenza rifiuti

Leggi tutto