"Mi piace": le donne su Facebook contro il cancro al seno

1' di lettura

Al via nel mese della prevenzione al tumore il nuovo giochino per sensibilizzare gli utenti. Le ragazze devono postare un "like" seguito dal luogo dove appoggiano la borsetta

Mi piace sul letto. Mi piace sul divano. Mi piace sul tavolino in ingresso. Mi piace per terra. Mi piace sul tavolo in cucina.
Sotto valanghe di commenti, tutti di uomini che cercano di capire perché mai una ragazza ha pubblicato sul proprio status la sibillina frase e soprattutto a cosa si riferisca.
Le amiche non commentano mai, al massimo si contentano di qualche smiley sotto i baffi. E con cognizione di causa: la frase si riferisce a una mobilitazione che il popolo rosa di Facebook sta portando avanti per sensibilizzare gli utenti del social network alla lotta contro il cancro al seno. E funziona: nella rete italiana del social network si nota un boom di status costruiti in questo modo.
Ottobre è il mese della prevenzione, in tutta Italia sono state organizzate iniziative per l’informazione e la prevenzione. Anche Facebook si è inserito nella promozione.

Il giochino comincia con un messaggio privato e funziona sul modello Catena di sant’Antonio: le destinatarie sono invitate a postare sul proprio status la frase “Mi piace..” seguita dal luogo dove si appoggia la borsa appena rientrate a casa.
Un giochino semplice e veloce che dà adito a molti dubbi, battute e doppi sensi…e stimola la curiosità.
Facebook non è nuovo a iniziative di questo genere: nel gennaio 2010, sempre nell’ambito della prevenzione del cancro al seno, la ragazze erano invitate a postare ogni giorno il colore del proprio reggiseno come status. Pare abbia funzionato, perlomeno a livello mediatico.
Ma mentre nel caso del colore del reggiseno il legame con il cancro al seno è evidente, quello con il luogo dove si appoggia la borsetta resta ancora da verificare.

Leggi tutto