Maltempo: tre morti a Prato, un disperso a Genova

1' di lettura

Tre donne di nazionalità cinese sono annegate in un sottopassaggio nella città toscana. Il sindaco: "non ci sarà il lutto cittadino, ma bandiera a mezz'asta durante il prossimo consiglio comunale". Intanto si contano i danni in Liguria. FOTO E VIDEO

Guarda le previsioni del tempo
Allagamenti in Toscana: LE FOTO
Liguria sotto l'acqua: LE FOTO

In fondo all'articolo tutti i video sul maltempo


Tre persone sono morte a Prato a causa dell'ondata di maltempo che sta investendo il centro Italia. Le vittime, tre donne di nazionalità cinese, si trovavano in un'auto rimasta bloccata in un sottopasso in via Ciulli invaso dall'acqua. Nello stesso sottopasso è stata ritrovata un'altra auto, fortunatamente vuota.
I corpi sono stati recuperati dai Vigili del Fuoco che in queste ore stanno facendo fronte a una serie di emergenze in tutta la provincia. Dalle due di questa mattina, infatti, le richieste di intervento sono state circa 150. Numerosi allagamenti si registrano anche nelle province di Pistoia e Firenze.
L'ondata di maltempo, che ieri ha messo in ginocchio la Liguria, si è spostata dunque al Centro Italia.

Prato - Le tre vittime stavano andando a lavoro. Intorno alle 2 sono state inghiottite dall'acqua nel sottopasso di via Ciulli a Galciana, quartiere alla periferia di Prato. Avevano 34, 42 e 50 anni. Evidentemente la donna che era alla guida dell'auto non conosceva la zona e deve avere imboccato il sottopasso convinta che l'acqua fosse alta pochi centimetri. Invece in quel punto la strada scende di circa 5 metri sotto il livello e stanotte questo spazio era occupato per almeno tre quarti dall'acqua, scesa abbondante per ore con le piogge e i temporali che hanno colpito la città.
Una delle tre donne era riuscita ad uscire dall'auto rimasta intrappolata dalle acque, in un tentativo di fuga. A trovare i corpi senza vita, il marito da una delle vittime che, non vedendole arrivare, verso le quattro del mattino, è uscito a piedi, ripercorrendo il
tragitto fatto dalle tre in auto finchè non è arrivato nel sottopassaggio.

Aperta un'inchiesta - La zona è sotto sequestro, così come le due auto. La procura di Prato aprirà un'inchiesta per chiarire cause e dinamica della vicenda. Lo ha riferito l'assessore alla sicurezza del comune di Prato Aldo Milone, che ha sottolineato: "Non potevamo prevedere". All'interno del sottopasso si trovano alcune pompe che dovrebbero servire proprio ad evitare allagamenti: l'ipotesi è quindi che durante le forti piogge di questa notte le pompe non abbiano funzionato correttamente.

Il sindaco: "Non ci sarà lutto cittadino"
- "E' una tragedia che ci ha impressionato, dovremo capire le circostanze che hanno portato a questo evento. Quando succedono cose di questo genere bisogna essere molto attenti". Così il sindaco di Prato Roberto Cenni Ha commentato la morte delle tre donne cinesi ai microfoni di Cnr media. Riguardo alla possibilità di dichiare il lutto cittadino: "Non credo che ci siano i presupposti - ha spiegato - al momento questa ipotesi non è stata presa in considerazione".

In seguito alle polemiche il primo cittadino ha poi diffuso una nota. "Quanto è successo l'altra notte ci ha profondamente colpito e turbato - si legge nel comunicato - per testimoniare la vicinanza e la solidarietà ai familiari delle vittime, durante il consiglio comunale di giovedì prossimo, in segno di lutto della città, sarà tenuta a mezz'asta la bandiera del palazzo comunale e sarà osservato  un minuto di silenzio". "Se non è stato proclamato il lutto cittadino - ha spiegato Cenni - è perchè negli ultimi decenni l'amministrazione comunale di Prato non lo ha mai indetto anche in presenza di altri fatti tragici che hanno colpito la  città".

La comunità cinese
- Da parte sua, la comunità cinese parla di una "tragedia vergognosa" e si aspetta la partecipazione al lutto di tutta la cittadinanza: "La solidarietà è automatica da parte degli esseri umani - ha detto a Cnr Media Matteo Ye, rappresentante della comunità - anche se ci fossero odi razziali, davanti ai morti dobbiamo essere tutti buoni, tutti cristiani". Ye non ha però voluto polemizzare col sindaco: "Il sindaco Cenni - ha detto - ha fatto bene a non proclamare il lutto cittadino per la morte delle tre donne cinesi: poichè il lutto cittadino non è stato dichiarato in occasione della morte di cittadini pratesi, ricordate dallo stesso sindaco, proclamarlo oggi sarebbe stata soltanto una strumentalizzazione".

Un disperso in Liguria -
Un uomo risulta disperso invece in Liguria, dove si contano i danni, in seguito al nubifragio di ieri. L'uomo, un dipendente di una cava di 44 anni, sarebbe rimasto sotto una frana in località Panigaro sulle alture di Sestri Ponente. Secondo le prime informazioni, sono stati ritrovati il suo scooter, lo zaino e il cellulare sotto un cumulo di detriti.

Intanto  vigili del Fuoco, Comuni e volontari sono al lavoro da ieri per fronteggiare l'emergenza a Varazze, Arenzano, Cogoleto e nel Ponente genovese, dopo che in poche ore sono caduti complessivamente oltre 200 millimetri di pioggia. A Varazze, considerato il comune più colpito, le scuole restano chiuse. E' ancora interrotta, inoltre, la linea ferroviaria tra Genova e Ovada in provincia di Alessandria e tra Borzoli e Campo Ligure, a causa di una serie di frane che si sono abbattute sui binari.

"E' una situazione disastrosa, in particolare per quanto riguarda la viabilità. Abbiamo fatto il possibile per riportare le strade in sicurezza ma in alcune zone ci vorranno mesi perché venga ripristinata" ha detto il sindaco di Varazze Giovanni Delfino all'indomani del nubifragio che ha colpito il Ponente ligure. Nel savonese è atteso in giornata l'assessore regionale alla Protezione Civile Renata Briano. "Con l'assessore - ha detto Delfino, che ieri aveva avanzato la richiesta di stato di calamità - cercheremo di fare una prima stima dei danni provocati dalla pioggia, ma già fin d'ora posso dire che si parla di decine di milioni. La più colpita è stata la viabilità, ma i fiumi esondati vanno messi in sicurezza e anche le attività commerciali e i privati hanno subito danni ingenti".

Leggi anche: Nubifragio a Genova e Sestri: I VIDEO DA YOUTUBE

Maltempo: tutti i video

Leggi tutto