Delitto di Perugia, Amanda Knox a processo per calunnie

Amanda Knox
1' di lettura

La ragazza americana condannata in primo grado per l'omicidio di Meredith Kercher aveva denunciato di essere stata picchiata dalla polizia. L'udienza preliminare di oggi, venerdì 1, è stata rinviata a novembre

MEREDITH, L'ALBUM FOTOGRAFICO

E' iniziata oggi, venerdì 1, e subito rinviata al prossimo 8 novembre l'udienza preliminare che vede protagonista Amanda Knox, la studentessa americana condannata in primo grado a 26 anni per l'omicidio di Meredith Kercher e accusata di calunnie nei confronti della polizia.

La Knox è accusata di aver calunniato la polizia dopo aver detto che alcuni agenti l'avrebbero picchiata durante l'indagine sull'omicidio della sua coinquilina. Il processo di appello per il delitto è fissato per il 24 novembre. Ma secondo l'avvocato difensore di Amanda, Luciano Ghirga, il caso potrebbe avere un impatto significativo sul processo principale.

"Per noi la notte al commissariato di polizia è il vero inizio del processo", ha detto il legale. "E' anche quando è nato il personaggio (mediatico) di Amanda". Amanda è stata condannata in primo grado insieme al suo ex-fidanzato Raffaele Sollecito e a Rudy Guede per l'omicidio della Kercher, scoperto il 2 novembre 2007 nella casa dove le due ragazze abitavano a Perugia.

Leggi tutto