Napolitano: "Mai fatto interventi su Adro"

La scuola di Adro
1' di lettura

Il presidente della Repubblica smentisce le ricostruzioni dei giornali precisando di essersi limitato "a prendere atto" della richiesta del ministro Gelmini. Il sindaco: "Non voglio rispondere". IL VIDEO. Aggredita un'esponente Cgil davanti alla scuola

VAI ALLO SPECIALE SCUOLA
Adro: le foto della protesta - le foto della scuola

Giorgio Napolitano non ha gradito il modo con cui i giornali hanno parlato della lettera del Quirinale sui simboli leghisti della scuola di Adro. In visita a Parigi, il presidente della Repubblica ha tenuto a precisare di non aver fatto "nessun intervento" su Adro ma di aver semplicemente "preso atto" che il ministro Gelmini aveva sollecitato la rimozione di quei simboli, come da più parti richiesto.

"Su Adro io non ho fatto nessun intervento, sarebbe stato tardivo ieri o l'altro ieri. Io - ha puntualizzato Napolitano - ho preso atto che c'erano state forti sollecitazioni che venivano dall'opposizione, dalla stampa, dall'opinione pubblica. Ho avuto fiducia che intervenisse, come doveva, il ministro e ho preso atto che c'è stato un intervento con cui è stata sollecitata la rimozione di quei simboli". Interpellato il sindaco di Adro preferisce non rispondere (nel video qui sopra)

Momenti di tensione si sono verificati stamani davanti alla scuola di Adro. Romana Gandossi, referente zonale dello Spi Cgil per Adro ha infatti denunciato un'aggressione subita dopo aver accompagnato a scuola la nipotina. La donna ha denunciato ai carabinieri di essere stata spintonata e insultata da altre donne che, tra l'altro le avrebbero detto: "Quello che è successo è colpa tua", con riferimento alle polemiche sui simboli del Sole delle Alpi presenti nella scuola.

Leggi tutto