Superenalotto, nessun 6. E il Jackpot diventa da record

1' di lettura

Il montepremi è il più ricco al mondo e il più longevo di sempre. La sua corsa dura da 99 estrazioni, ovvero da 231 giorni

Leggi anche:
Quando la vincita porta solo guai

Nessun vincitore con 6 né con 5+ al concorso del SuperEnalotto. La combinazione vincente premia i venti  5 con 46.642,96 euro ciascuno. Realizzati ventidue 4 Stella ai quali vanno 37.254 euro ciascuno.
Il jackpot stimato a disposizione del 6 per il prossimo  concorso sale così a 149,2 milioni di euro. ed è record assoluto.

I 149,2 milioni di euro rappresentano, infatti, una somma mai raggiunta in Italia da un montepremi di un gioco, che supera i 147,8 mln dell'attuale record di vincita, che risale al 22 agosto 2009, con il 6 indovinato a Bagnone, in Toscana.
Record che al momento resiste, in quanto il jackpot del 6, che manca dal 9 febbraio 2010, potrebbe essere anche vinto da due o più giocatori contemporaneamente, come è accaduto proprio a febbraio 2010 da due giocatori di Parma e Pistoia che si sono divisi equamente qualcosa come 139 milioni di euro.

Il jackpot del gioco di casa Sisal sta battendo tutti i record: al momento, oltre ad essere il più ricco a disposizione in tutto il mondo è il più longevo di sempre. Non solo d'Italia, ma del mondo intero. Non essendo uscito dal 9 febbraio scorso, la sua corsa dura da 99 estrazioni, ovvero da 231 giorni.
E, come è ovvio, il jackpot dei record ha portato la raccolta del superenalotto a crescere: nel mese di settembre sono stati sfiorati i 294 milioni di euro, con una media di 11,7 milioni al giorno, 490 mila euro ogni ora.
Numeri da record che premiano anche l'Erario, che ogni 60 minuti incamera in media 245 mila euro. Rispetto ad agosto, quando la spesa nella caccia al 6 si aggirava sugli 8,7 milioni al giorno (363 mila euro l'ora), l'incremento delle giocate nel mese in corso ‚ pari al 34,5%, una percentuale che balza addirittura al 72% se paragonata ai 6,8 milioni di luglio (285 mila l'ora), con un jackpot che aveva già superato la soglia dei 100 milioni.

Leggi tutto