Rifiuti, Napoli nel caos. Scontri tra polizia e manifestanti

1' di lettura

Alta tensione nel comune di Terzigno, dove gli abitanti protestano contro l’apertura di una discarica. Incendiati due camion, ferito un dirigente di polizia. Intanto nel capoluogo i cumuli di spazzatura tornano a intasare le vie del centro. VIDEO E FOTO

LE FOTO DEGLI SCONTRI

A NAPOLI LA SPAZZATURA INVADE IL CENTRO: LE FOTO

Scontri e tensioni a Terzigno tra forze dell'ordine e manifestanti anti discarica nel corso della notte tra giovedì 23 e venerdì 24 settembre con due autocompattatori in fiamme e un dirigente di polizia ferito. Un centinaio di camion, scortati dalle forze dell'ordine, è riuscito comunque a scaricare nell'ex cava Sari, uno dei due sversatoi del napoletano su cui si accentra la protesta dei comitati civici.
Già nel tardo pomeriggio di giovedì i cittadini dei 4 comuni che si affacciano sull'area della discarica avevano bloccato la rotonda dalla quale si accede alla discarica. Ieri notte erano un migliaio e qualcuno ha anche incendiato due autocompattatori in via Zabatta. Tensioni, tafferugli, poi il lancio di un sampietrino mentre i vigili del fuoco spegnevano le fiamme dei mezzi, mentre un sasso ha colpito il vice questore Sergio Di Mauro.
La polizia ha effettuato anche una carica di alleggerimento. Poi 90-100 camion sono riusciti a conferire in discarica.

Leggi tutto