Seveso, Formigoni: i fondi per intervenire bloccati a Roma

1' di lettura

In programma da anni due progetti da 33 milioni di euro, gestiti con finanziamenti Fas bloccati quest'estate dal governo. Il presidente della Lombardia: "Regioni virtuose dovrebbero amministrarli da sole, se arrivano i soldi si parte subito con i lavori"

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL TEMPO

MILANO ALLAGATA: LE FOTO

La Regione Lombardia ha programmato "già da alcuni anni due interventi" per il fiume Seveso, ma il finanziamento, sostenuto con fondi Fas, si è fermato quest'estate "quando il governo ci ha segnalato la necessità a causa della crisi economica di fermarli".
Lo dichiara Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, interrogato in merito al fiume esondato nel fine settimana.

Il finanziamento previsto per i due interventi è di 33,4 milioni di euro. I progetti riguardano il canale scolmatore di Nord-Ovest (per 23,4 milioni) e una vasca di laminazione a Senago (per 10 milioni).
"Come sapete - ha spiegato Formigoni - vado richiedendo da prima dell'estate che si provveda a fare in modo che le Regioni virtuose possano utilizzare il 100% dei fondi Fas".
La Regione Lombardia, secondo il governatore, "ha fatto quanto la situazione richiedeva, i progetti sono già stati approvati, integralmente finanziati, è necessario che siano sbloccati i fondi e la realizzazione di queste opere può partire anche nei prossimi giorni".

Le esondazioni dei giorni scorsi hanno intanto messo in moto un'opera di ricostruzione molto precisa che consenta di "individuare dove eventualmente ci sono state delle falle e chi è il responsabile in modo da poter intervenire con chiarezza".

Leggi tutto