Esonda il Seveso, Milano nel caos

1' di lettura

Quattro stazioni della metropolitana restano chiuse, tre linee tramviarie interrotte e il traffico nella zona di Viale Zara è in tilt. Atm: "Siamo nelle mani dei Vigili del fuoco, speriamo domani di poter aprire almeno la stazione Centrale"

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL TEMPO

MILANO ALLAGATA: LE FOTO

Non piove più da oltre 24 ore, il sole è tornato a splendere già nella giornata di domenica. Eppure a Milano la situazione ancora non è tornata alla normalità. Quattro stazioni della linea gialla sono chiuse: "Stazione Centrale", "Zara", "Sondrio" e "Maciachini". I vigili del fuoco stanno continuando a prosciugare il fango da sabato sera. Da quando l’ondata di maltempo che ha colpito il Nord Italia ha messo in ginocchio il capoluogo lombardo.

Il nubifragio - Quattro stazioni della linea metropolitana invase dal fango, una voragine in via Zara, i quartieri della periferia nord allagati, condotte del gas danneggiate, pali dell'illuminazione divelti. Sono queste le conseguenze del nubifragio che nel tardo pomeriggio di sabato ha portato all'esondazione del fiume Seveso in zona Niguarda-Ca'Granda. L'ultima esondazione era stata solo il 5 agosto scorso.

Metro chiusa e traffico in tilt - Ancora in corso le limitazioni di percorso sulla linea M3 della metropolitana e in superficie sulle linee tranviarie 5, 7 e 31. L'Atm, azienda dei trasporti milanesi, ha predisposto dei servizi navetta sostitutivi dalla fermata di piazza Repubblica, dove stanno terminando la corsa i convogli della linea gialla, fino a Maciachini. Intanto il traffico nelle arterie attorno a viale Zara è in tilt. I mezzi dei vigili del fuoco che stanno lavorando per rimuovere fango e acqua dalle banchine delle stazioni occupano parte della carreggiata rallentando la circolazione. Gli uomini del 115 sono al lavoro anche in viale Stelvio all'angolo con via Melchiorre Gioia, anche lì per rimuovere acqua dalla strada. Per il ripristino dei percorsi metropolitani e tranviari, ATM è in attesa di indicazioni dalla Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Amsa, a lavoro ininterrottamente da sabato sera.

Atm: "Ci vorrà qualche giorno" -“Siamo nelle mani dei Vigili del fuoco e della Protezione civile”. È questo il primo commento dell’Atm, l’azienda trasporti di Milano. “Al momento – informa l’ufficio stampa – la situazione è identica a quella di domenica sera. La speranza è di riuscire a riaprire per domani almeno la stazione Centrale della linea 3 della metropolitana, snodo importante per il traffico in città”. Per le altre stazioni e per le linee di superficie invece ci vorrà ancora qualche altro giorno. “Purtroppo non dipende da noi, l’unica cosa che abbiamo potuto fare in queste ore è stato spostare la nostra attenzione sui servizi alternativi, quindi su gomma, per garantire il trasporto dei passeggeri”. Ma a rendere ancora più complicata la situazione del traffico sono proprio i mezzi impegnati nei lavori. “I mezzi di soccorso occupano le corsie preferenziali, com’è ovvio che sia – dicono sempre all’Atm – di conseguenza i nostri autobus viaggiano sulle corsie normali, contribuendo al traffico”.

Informazioni di servizio -
Per limitare il disagio una cinquantina di tutor ATM sono impegnati nell'assistenza dei passeggeri lungo le tratte interessate e oltre trenta i bus navetta effettuano il servizio sostitutivo sui percorsi rimasti "scoperti". Per informare i cittadini ATM ha predisposto un piano di comunicazione che prevede annunci sonori in metropolitana, messaggi sui display delle fermate in superficie e informazioni sui video presenti in metropolitana e sui bus. Tutte le informazioni sono disponibili al numero verde 800 80.81.81, operativo tutti i giorni dalle 7,30 alle 19,30.

Ecco un breve riepilogo della situazione:
- in metropolitana, la circolazione sulla linea M3 è sospesa tra le stazioni di Repubblica e Maciachini, regolare tra San Donato e Repubblica. Nella tratta interrotta attivo un collegamento con bus;
- in superficie, nel dettaglio:
• la linea tram 5 effettua servizio nelle tratte Lunigiana-Ortica e Parco Nord-Maciachini. Da Ospedale Maggiore a viale Lunigiana è operativo un servizio di collegamento con bus;
• la linea tram 7 effettua servizio su due tratte: Precotto-Testi/Santa Monica e Cacciatori delle Alpi-Lagosta. Nella tratta compresa tra piazzale Lagosta e viale Fulvio Testi/via Santa Monica è attivo un servizio sostitutivo con bus;
• la linea tram 31 svolge servizio da Cinisello a Testi/Santa Monica. Tra viale Fulvio Testi/via Santa Monica e piazzale Lagosta spostamenti garantiti da bus navetta.

GUARDA UN VIDEO AMATORIALE

Leggi tutto