Passeggera al timone, il capitano: "Guidavo io"

La ragazza mentre "guida" l'aliscafo, ripresa in un video finito su Youtube
1' di lettura

Dopo il video finito su Youtube, Michele Siniscalchi, alla guida dell'aliscafo, si difende dall'accusa di avere lasciato i comandi alla venticinquenne nella rotta che collega Napoli a Capri. "Non ho mai lasciato il controllo della nave"

"Non guidava lei! Io non ho mai lasciato il controllo della nave".
La parola alla difesa, agitata, del capitano: Michele Siniscalchi 54 anni, di Procida (Napoli), una vita sul suo mare, è finito sul web come il comandante che molla il timone di un mezzo pubblico veloce , l'aliscafo della Snav sulla tratta Napoli-Capri, per cederlo a una bella sirena.
Una ragazza di 25 anni che guida al suo posto, chiedendosi che ne penserebbero i passeggeri: è lui a rassicurarla, nel video, "non se accorgono nemmeno...".
"Ha capito il gioco? - si difende parlando all'Ansa ( ascolta l'audio ) , e replicando proprio su questo punto - Lei simulava le manovre. Recitava, recitava come in una commedia...Si riprendeva, faceva tutto da sola...ma non era vero!".
"Era disinserito il timone - dice -, l'aliscafo ha tre comandi e io non ho mai lasciato il controllo di quelli effettivi. Ma come avrei potuto lasciare un aliscafo in mano a qualcun altro? Vi sembra possibile che una ragazza di 25 anni entri nella cabina di comando e guidi un aliscafo?".
La sicurezza dell'equipaggio, secondo Siniscalchi, non è mai stata messa in pericolo: "Io tengo anche alla mia pelle, non solo a quella dei passeggeri. Devo tornare a casa pure io, no?"
Ricostruisce il caso che gli ha procurato una sospensione, e su cui sono state aperte una indagine interna della compagnia di navigazione, e una inchiesta della Capitaneria di Porto, come un gesto di cortesia: "Lei è arrivata in cabina, mi ha chiesto 'posso fare un video'? E io, per essere gentile, le ho detto di sì. Ma la mano sul joystick ce l'avevo sempre io".
"Chi ha visto il video ha visto che lei parlava con il Vhf? Ecco, lei non parlava con nessuno. Si è visto che metteva la mano sul timone e andava a destra e a sinistra? L'aliscafo non andava da nessuna parte..." Insomma, sostiene, alla guida c'è sempre stato lui.
E' esterrefatto Michele, di essere finito sul web:"Sono stato ingenuo - risponde in proposito - no, a Youtube proprio non ho pensato. Credevo volesse far vedere il video alle sue amiche, e al suo ragazzo. Era solo un gioco, che ha sollevato un polverone".
Il problema di Michele, adesso, è che rischia il posto: "Uno va a lavorare, si va a giocare la pagnotta tutti i giorni. E ora rischio il posto di lavoro così... - si sfoga - Sono uno stagionale, lavoro per la Snav da 4 anni. Fuori stagione, mi fermo. Questo mestiere lo faccio da 15-20 anni".
Quanto guadagna? "Qua funziona che piiù giorni lavori, più soldi porti a casa, meno giorni lavori, meno soldi porti a casa...".
Poi spiega come funzionano le cose nella cabina di comando: "Spesso vengono i turisti: i giapponesi con le telecamere, i passeggeri. Vogliono avere un ricordo, una foto con il comandante. Uno che fa? Dice di no?".
Dice di sì magari, ma non li fa guidare: "Ecco, come ho fatto io. Perché la ragazza l'aliscafo non l'ha mai guidato". Una bella ragazza, una sirena? "Di belle ragazze siamo pieni, non è stato certo questo il motivo. E' una pendolare, la conoscevo. E se dice che gli altri comandanti la fanno guidare, beh io non so che cosa fanno gli altri. Quando ha fatto quel video, in ogni caso, guidavo io".

Guarda il servizio di SkyTg24:



Leggi tutto