Stupri, è il giorno dei giovani accusati

1' di lettura

Convalida del fermo per il ragazzo 17enne accusato di aver violentato una coetanea francese sull'isola di Capri. A Roma, invece, i due ragazzi sui quali si indaga per l'abuso su una ragazza americana si dichiarano innocenti: "Era consenziente"

Violenza sessuale e lesioni. Con queste accuse il gip del Tribunale dei minori di Napoli, Piero Avallone, ha convalidato il fermo del diciassettenne napoletano a ccusato di aver stuprato una coetanea francese sull'isola di Capri , nella notte tra il 6 ed il 7 agosto scorsi. Nei confronti del ragazzo è stato emesso un ordine di custodia cautelare in un istituto penitenziario.

Intanto, martedì pomeriggio sono stati ascoltati i due giovani romani accusati di aver violentato una turista americana. "Non abbiamo abusato di lei, era consenziente in entrambi i rapporti. Tanto che è tornata a ballare tra un rapporto e l'altro". Hanno raccontato ai carabinieri che, dopo due ore di interrogatorio, li hanno rilasciati senza nessuna accusa nei loro confronti. I due giovani sono stati segnalati alla procura e gli atti trasmessi al magistrato che valuterà la situazione.

Leggi anche:
Stupri: "il pericolo maggiore non è la strada"

Ogni giorno a Milano una donna viene stuprata
Paola: "Lo stupro ti uccide, la denuncia è l'unico riscatto"
Violenza sessuale: a chi chiedere aiuto


Leggi tutto