Casa a Montecarlo, la Procura apre un'inchiesta

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, con la compagna Elisabetta Tulliani
1' di lettura

Al centro delle indagini, la cessione da parte di Alleanza Nazionale di un immobile a Montecarlo. La notizia era stata anticipata dal quotidiano “Il Giornale”. Fini: "Ben vengano le indagini su tutto ciò che concerne il patrimonio di An"

La procura di Roma ha aperto un'inchiesta sulla cessione da parte di Alleanza Nazionale di un immobile ubicato a Montecarlo. I pm, a quanto si è appreso, hanno disposto l'acquisizione di documenti riguardanti l'appartamento. Secondo quanto riferito dall'agenzia giornalistica Agi, si tratterebbe di un atto dovuto che segue la denuncia presentata nei giorni scorsi da due esponenti locali del gruppo La Destra.
"Ben vengano le indagini su tutto ciò che concerne il patrimonio di An, anche se la denuncia proviene da avversari politici" è stato il commento del presidente della Camera.

"La procura indaga, Fini trema": è questo il titolo della prima pagina del Giornale diretto da Vittorio Feltri. La notizia è stata ripresa anche da Libero (guarda la rassegna stampa).
Secondo le ricostruzioni del quotidiano di proprietà della famiglia Berlusconi, i pm capitolini avrebbero aperto un fascicolo per truffa e appropriazione indebita sulla compravendita dell'alloggio a Montecarlo.

L'apertura del quotidiano è solo l'ultimo episodio di una lunga querelle con il presidente della Camera.
Nei giorni scorsi, Gianfranco Fini aveva incaricato il suo avvocato, Giulia Bongiorno, di querelare Il Giornale, che aveva pubblicato il presunto contratto con cui l'immobile di Montecarlo sarebbe stato venduto per 300 mila euro da Alleanza nazionale a una società costituita 40 giorni prima.
Negli stessi giorni, i legali di Elisabetta Tulliani avevano annunciato querela, dopo che Il Giornale aveva pubblicato un articolo secondo cui la compagna dell'ex persidente di An sarebbe stata denunciata dall'imprenditore Luciano Gaucci per appropriazione indebita.

Leggi tutto