Bari, maxiblitz contro il clan Strisciuglio: 46 arresti

1' di lettura

Smantellato il gruppo criminale dominante nel capoluogo pugliese. Le persone finite in manette sono accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Soddisfazione del Viminale

In un'operazione, nella quale sono stati impegnati oltre 300 militari con unità cinofile ed equipaggi del nucleo elicotteristi, i carabinieri del comando provinciale di Bari hanno smantellando uno dei clan più agguerriti della criminalità organizzata barese, quello degli Strisciuglio. Sono 46 le ordinanze di custodia cautelare eseguite. Esse sono state emesse dal giudice per le indagini preliminari Vito Fanizzi su richiesta del sostituto procuratore della Dda di Bari Desirèe Di Geronimo.

Le persone arrestate, tra le quali alcune donne, sono accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi clandestine e da guerra. Il clan Strisciuglio è diventato negli anni, secondo gli inquirenti, il gruppo criminale dominante a Bari in termini numerici nonché il più agguerrito.

Sull'operazione contro il clan Strisciuglio ha espresso la sua soddisfazione il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, che ha dichiarato: "Si tratta d'una nuova risposta concreta delle istituzioni e, in particolare, dei carabinieri e dell'autorità giudiziaria alla domanda di sicurezza dei pugliesi". Mantovano ha anche sottolineato che "della voglia di riscatto e della conseguente collaborazione" dei cittadini pugliesi "lo Stato ha vitale bisogno".

Guarda anche:
Bari, arrestati 12 affiliati al clan Strisciuglio
Arrestati 6 esponenti del clan Strisciuglio

Leggi tutto