Coca a Milano, i legali: "Riaprite l'Hollywood"

1' di lettura

Presentata al tribunale del Riesame dall’avvocato di Davide Guglielmini, ex amministratore della società Vimar, la richiesta di dissequestro per la discoteca milanese al centro di un'inchiesta su un presunto giro di droga e tangenti

Chiesto il dissequestro dell'Hollywood, la discoteca milanese implicata in un'inchiesta su un giro di droga e tangenti, che coinvolgerebbe i locali cult della movida del capoluogo lombardo e che ieri ha portato all'arresto di 5 persone. Ad avanzare la richiesta, davanti al tribunale dei Riesame, Andrea Fares, legale di Davide Guglielmini, ex amministratore della Vimar, società che gestisce l'Hollywood. Il legale ha chiesto inoltre la revoca degli arresti domiciliari disposti nei confronti del suo assistito.

"Le indagini effettuate - spiega - si sono tutte fermate al 2007 e la situazione strutturale del club è ora completamente diversa da due anni fa. Non esiste più il privè come una volta e soprattutto non c'è più il bagno che si trova all'esterno e serve tutti gli utenti della discoteca". Inoltre, dalla fine del 2008, precisa Fares, "Guglielmini è uscito dalla Vimar, mantenendo solo una quota della società ed è estraneo alla gestione dell'Hollywood".

Oltre all'Hollywood, lunedì, sono scattati i sigili anche per la discoteca The Club e sono state emesse ordinanze cautalari in tutto per 5 persone. Diciannove gli indagati. Tra i testimoni eccellenti anche Belen Rodriguez che ha confermato agli inquirenti come la droga venisse consumata abitualmente all'interno del locale.

Leggi tutto