Il 31 luglio e il 7 agosto autostrade da bollino nero

1' di lettura

Esodo rovente: previste massime concentrazioni di traffico, con code e rallentamenti su lunghissimi tratti e tempi di viaggio Nord-Sud maggiorati di alcune ore. Bollino rosso, invece, nei weekend tra il 23 luglio e il 7 agosto

TEMPO DI VACANZE. LE PREVISIONI SU SKY METEO24

Tanti italiani sono già al mare, ma l'esodo estivo si farà rovente nei prossimi giorni ed è bene che gli automobilisti si segnino sul calendario due sabati a rischio, il 31 luglio ed il 7 agosto. Quei due giorni, avverte Autostrade per l'Italia, sono da 'bollino nero': significa che si registreranno le massime concentrazioni di traffico dell'intera estate con code e rallentamenti su lunghissime tratte e tempi di viaggio Nord-Sud maggiorati di alcune ore.

Un gradino più sotto, bollino rosso - ma sempre critici - i weekend dal 23 luglio al 7 agosto e, per i rientri, i fine settimana dal 15 agosto all'1 settembre. L'intero calendario dei bollini sarà distribuito in sei milioni di copie per dare modo agli italiani di programmare al meglio gli spostamenti.   

Fino al 31 agosto, sui 3.413 chilometri della rete del gruppo, resteranno aperti soltanto 14 cantieri a fronte dei 140 medi giornalieri. Nei giorni più caldi sarà attiva la sala gestione emergenze per coordinare i presidi nei tratti più trafficati. Ad assistere gli automobilisti ci saranno 6mila addetti, 280 pattuglie giornaliere della Polizia stradale e 1.270 mezzi speciali di soccorso.

Stop, inoltre ai tir, la domenica dalle 7 alle 24 ed i sabati di luglio e agosto dalle 7 alle 23. I divieti sono previsti anche per i venerdì di luglio ed agosto in cui si si prevedono i maggiori flussi di traffico. Sul fronte informazione, Autostrade ha messo a disposizione 120 linee telefoniche dedicate con capacità di risposta di circa 50mila chiamate al giorno. Ci sono poi i notiziari del traffico in radio ed i pannelli a messaggio variabile, che sono diventati 1.119 (erano 730 nel 2006).

Progressi anche nella fluidità del traffico. Dal 2006 al 2009 si è verificato una riduzione del 34% del tempo di percorrenza. E le code in barriera, ha osservato l'ad di Autostrade, "ormai sono solo un ricordo".

Leggi tutto