Pisanu: "Non siamo a un passo dalla verità sulle stragi"

La strage di via D'Amelio
1' di lettura

"Siamo lontani dalla meta" ha dichiarato il presidente dell'Antimafia. E ha aggiunto: "La politica è in grado di sopportare la verità delle indagini". Il Pdl convoca il procuratore Lari per chiarire le sue dichiarazioni

"Sarebbe stato detto che siamo a un passo dalle verità per la strage di via D'Amelio. Me lo auguro con il cuore. Purtroppo non è così. E' più corretto dire che si stanno facendo passi in direzione della verità, ma siamo lontani dalla meta'". Queste le paole del presidente della commissione parlamentare Antimafia, Beppe Pisanu, in risposta alle affermazioni rese il 20 luglio dal procuratore di Caltanissetta Sergio Lari.
E ha aggiunto: "Penso che la politica sia in grado di sopportare la verità delle indagini". Precisazione questa che fa diretto riferimento alle parole dei pm nisseni circa la probabile incapacità della politica di reggere l'onda d'urto della verità sulle stragi del 1992.

"Le responsabilità istituzionali risalgono a coloro che nel tempo le esercitavano. Stiamo verificando le posizioni di singoli servitori dello Stato, che devono  essere meglio inquadrate. Poi ognuno si farà un esame di coscienza e a questo punto potrà vergognarsi" ha aggiunto il presidente della Commissione nazionale antimafia, nel corso della conferenza stampa convocata in prefettura a Palermo, dove da tre  giorni è in missione l'organismo parlamentare.
Intanto, il procuratore Lari sarà convocato per chiarire il senso delle sue dichiarazioni alla stampa, che non hanno trovato riscontro nella sua lunga e scrupolosa audizione" del 20 luglio.

Guarda anche:
Le stragi, la mafia e i servizi deviati
Grasso: "Difenderemo l'indipendenza delle toghe"
2500 ragazzi salpano verso Palermo per ricordare Falcone



Leggi tutto
Prossimo articolo