Tarantini, chiesto il patteggiamento per droga

1' di lettura

Cocaina durante la vacanza in Sardegna. L'ex imprenditore della sanità pugliese è coinvolto anche nelle inchieste sugli appalti nella sanità e sul giro di escort a Palazzo Grazioli

Due anni e mezzo per lo spaccio di cocaina. Accusa e difesa hanno concordato di procedere con il rito alternativo per quanto riguarda l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti per l'ex imprenditore della sanità pugliese coinvolto anche nelle inchieste sugli appalti e sul giro di escort a Palazzo Grazioli: secondo il pm e la difesa 30 mesi di reclusione sono una pena congrua per Gianpaolo Tarantini. A due anni e 10 mesi dovrebbe essere condannato invece Nicola De Palma, a un anno e 10 mesi Onofrio Spilotros, i due presunti pusher di Gianpi. Sulla richiesta di patteggiamento ora la parola passa al giudice. Gli altri tre coinvolti nell'inchiesta, Stefano Iacovelli, Alessandro Mannarini e Massimiliano Verdoscia, hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato.

Guarda anche:

Le protagoniste delle feste private
Le ragazze: Tarantini mente
Berlusconi: mai pagato per fare sesso

Patrizia e Berlusconi: l'audio delle conversazioni 1 - 2- 3
Berlusconi: "Non sono un santo, lo avete capito"

Bossi: "Caso escort inventato dalla Mafia"

Dal divorzio da Veronica Lario allo scandalo Noemi e Patrizia. L'ALBUM FOTOGRAFICO

Leggi tutto