Caldo, due giorni di tregua. Da giovedì nuova ondata di afa

1' di lettura

Temperature in calo al nord e al centro-sud. Ma l’ultimo bollettino della Protezione civile non fa ben sperare: l’afa tornerà infatti a farsi sentire tra qualche giorno, specie nelle grandi città. GUARDA LE PREVISIONI METEO

GUARDA LE PREVISIONI DI SKY METEO24

L'ITALIA BOCCHEGGIA: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Un paio di giorni di "tregua", con massime in calo anche al centro sud e meno umidità. Ma da giovedì le temperature riprenderanno a salire e l'afa tornerà a farsi sentire, specie nelle grandi città. Non autorizza troppe speranze l'ultima previsione dei meteorologi della Protezione civile, secondo cui "il campo di alta pressione presente sulla nostra penisola ha subìto una modesta flessione per il transito di una debole saccatura derivata da un depressione principale atlantica: gli effetti di questa configurazione daranno ancora luogo a locali fenomeni d'instabilità al centro-sud, specie sui versanti appenninici ed adriatici" mentre "la rotazione dei venti dai quadranti settentrionali porterà un abbassamento delle temperature e del tasso d'umidità al centro-sud, specie sui settori adriatici e sulla Sicilia".

Domani l'instabilità persisterà sull'arco alpino e nelle zone appenniniche, in particolare durante le ore del pomeriggio, con ulteriore diminuzione delle temperature mentre mercoledì un'altra saccatura atlantica porterà correnti sud-occidentali umide ed instabili verso il nord. Giovedì, però, "l'ulteriore sviluppo del campo di alta pressione, porterà un nuovo graduale innalzamento delle temperature sulle regioni centro-meridionali" mentre al nord ci saranno ancora precipitazioni sparse nel corso di tutta la giornata.

Leggi tutto