Viterbo, precipita aereo ultraleggero: due morti

1' di lettura

Tragedia a Vejano, dove un velivolo è caduto nel tardo pomeriggio. I componenti dell'equipaggio hanno perso la vita. L'incidente forse dovuto a un guasto al motore

Un aereo ultraleggero è precipitato, nel tardo pomeriggio del 18 luglio, nei pressi dell'aviosuperficie di Vejano, in provincia di Viterbo. I due componenti dell'equipaggio sono morti. Si tratta del 65enne odontoiatra Tonino Patriarca e del 55enne Stefano Fuda, ex maresciallo dell'Aeronautica. Entrambe le vittime risiedevano a Roma nel quartiere Prenestino.

I due, giunti a Vejano con un gruppo di amici, avevano noleggiato, dopo pranzo, un piccolo aereo a motore, per compiere un giro sopra la zona. Mentre stavano rientrando nell'aviosuperficie, il velivolo ha perso quota, probabilmente per un guasto al motore, ed è piombato al suolo a forte velocità. A causa dell'impatto i corpi dei due passeggeri sono stati catapultati ad alcuni metri di distanza. Subito dopo l'aereo ha preso fuoco ed è andato completamente distrutto. Pochi minuti dopo le 20.00, ultimati i rilievi, il magistrato ha autorizzato la rimozione dei corpi delle vittime e ha disposto l'esecuzione dell'autopsia.

Leggi tutto