Livorno, prostituta trovata morta nel suo appartamento

1' di lettura

Jessica Karina Munoz, 35 anni, è stata ritrovata soffocata, legata supina sul suo letto. Gli inquirenti non escludono nessuna pista: dal regolamento di conti negli ambienti della prostituzione alla rapina finita in tragedia

E' una prostituta, la donna ritrovata morta in un appartamento di Vada, in provincia di Livorno. Tutto lascia pensare ad un legame tra la prostituzione e la terribile fine di Jessica Karina Lavezzari Munoz, 35 anni, venuta dall'Equador senza permesso di soggiorno. Più difficile capire se sia stata uccisa da chi la sfruttava o da un cliente. Legata mani e piedi, a pancia in giù, soffocata con grande violenza da un pezzo di tenda, conficcato fino in gola, la vittima è stata uccisa da qualcuno che, alla fine ha portato via i soldi dalla stanza.

Gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi, in attesa anche dell'autopsia disposta per oggi a Pisa. Gli abitanti di Vada, intanto, si conferma che molti appartamenti, sfitti in inverno, sono utilizzati per la prostituzione. Sorprende, semmai che la stanza di Jessica avesse questo scopo in piena stagione balneare

Leggi tutto