A L'Aquila non hanno dubbi: "Continueremo a manifestare"

1' di lettura

Dopo le manganellate di Roma ("Non c'erano infiltrati, chiedevamo solo il rispetto dei nostri diritti"), i cittadini abruzzesi mostrano grande scetticismo anche sulle novità previste nella manovra: "Poco, pochissimo, non cambia niente" FOTO E VIDEO

Terremoto in Abruzzo: lo speciale
Scontri a Roma: le foto - In fondo all'articolo i video

"La manifestazione di ieri ha dimostrato a tutti, anche al Governo, che gli aquilani sono uniti, consapevoli e determinati". Così Anna Bonomi, rappresentante del più importante comitato cittadino il 3e32.
Il giorno dopo dopo le manganellate a Roma e quasi in contemporanea alle dichiarazione del presidente del consiglio Silvio Berlusconi ("C'è stata molta strumentalizzazione").
"Siamo in mobilitazione permanente, e anche oggi ci riuniremo in assemblea a Piazza Duomo - dice all'Ansa - La gente comune ha capito che ormai solo la Polizia possono metterci contro... ieri a Roma c'erano tanti delusi di questo governo, anche elettori di centrodestra ricreduti. Tutti hanno capito che la propaganda con gli aquilani non attacca più". Su Facebook migliaia di utenti continuano a pubblicare foto e video che documentano quanto accaduto merdoledi 7 luglio a Roma, e 3e32 si lamenta anche delle novità nella Manovra: "Poco, pochissimo, non cambia niente. Nessuno ci dice cosa accadrà ai dipendenti e agli stipendi: insomma, è la solita presa in giro. E tutto questo non fa altro che aumentare la partecipazione della gente. Non ci fermeranno", chiude la Bonomi.

LA PROTESTA DEGLI AQUILANI: TUTTI I VIDEO

Leggi tutto