Sciopero dei trasporti: a rischio treni, bus e metropolitane

1' di lettura

Giovedi 8 luglio, a partire dalle 21, stop del traffico ferroviario per 24 ore. Venerdì 9 si ferma anche il trasporto locale con modalità diverse da città a città. La protesta a sostegno della vertenza per un nuovo contratto

Scatterà giovedi 7 luglio alle 21 lo sciopero del trasporto pubblico proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti a sostegno della vertenza per il nuovo contratto della mobilità atteso da due anni.

Dalle ore 21 di giovedì 8 luglio alle 21 di venerdì 9 luglio, i treni potranno subire cancellazioni o variazioni, per lo sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato. L'astensione interessa il personale del trasporto ferroviario e degli appalti delle Fs. Nell'occasione Trenitalia - si legge in una nota - ha potenziato gli strumenti informativi a servizio della clientela attivando anche un numero verde gratuito, l'800.89.20.21, che resterà operativo fino alla fine dello sciopero. La protesta sindacale potrà infatti determinare la cancellazione e la limitazione di percorso di alcuni convogli".
Il Gruppo Ferrovie dello Stato invita i viaggiatori a informarsi sul programma dei treni nazionali e internazionali di cui è prevista l'effettuazione e il cui elenco è pubblicato sul sito ferroviedellostato.it.
Oltre che sul web, al numero verde gratuito e al call center 892021, le informazioni sui treni nazionali e internazionali in circolazione durante lo sciopero potranno essere assunte anche presso i punti informativi, le biglietterie e gli uffici assistenza delle stazioni.
"Nel corso della protesta sarà assicurato il collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino, attraverso il "Leonardo Express" o il ricorso a servizi autobus sostitutivi.

Treni regionali - Per quanto riguarda i treni regionali, si ricorda invece che saranno garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie a maggiore mobilità pendolare (6.00-9.00 e 18.00-21.00). Si ricorda, infine, che l'agitazione sindacale potrebbe comportare modifiche al servizio anche prima dell'inizio e dopo la sua conclusione".

Venerdì sciopero di bus e metro - Con modalità differenti sul territorio non ci saranno bus, metro e tram. Lo sciopero è stata proclamato unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast. Le modalità di adesione previste variano da città a città.

A Milano l’agitazione è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio: durante queste fasce orarie saranno quindi possibili disagi. Corse garantite dal mattino fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18.  A Como, per la funicolare Como-Brunate gestita da Atm, possibili disagi, invece, dalle 8,30 alle 16,30 e dalle 19,30 a chiusura dell’impianto.

Roma - La protesta in città interesserà le aziende Atac e Roma Tpl. Venerdì, quindi, le corse di bus, tram, metrò e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo saranno garantite da inizio servizio sino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20.

Napoli e Torino - Napoli senza trasporto locale domani dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio, mentre a Torino stop dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio.

Leggi tutto