"Ciao guagliò". Facebook e Twitter salutano Taricone

La pagina Facebook dei fan di Pietro Taricone
1' di lettura

Una marea di messaggi ha iniziato a scorrere dalle prime luci dell'alba sui social network. "Eri uno di noi", scrivono gli internauti. Saviano a SkyTG24: "Taricone è andato oltre il reality"

"Ciao Pietro": l'addio di Facebook a Taricone: le foto
Dal Gf al cinema. Storia fotografica di Pietro Taricone
Saviano a SkyTG24: "Taricone è andato oltre il reality"

di Serenella Mattera


“Ciao guagliò”, lo saluta qualcuno, ricalcando quella parlata che divenne il suo marchio di fabbrica nel momento stesso in cui varcò la casa del Grande Fratello. “Addio guerriero”, è il commiato più ricorrente, con riferimento a quel nomignolo che si guadagnò proprio sotto le telecamere del primo reality show italiano. Poi ci sono i link agli spezzoni dei film che ne hanno segnato la carriera d’attore e i video montati dai fan. E centinaia di messaggi, per dire addio a Pietro Taricone. In un flusso ininterrotto fin dall'alba, quando la notizia della morte ha iniziato a diffondersi.

“Ciao Pietro”, è la scritta che campeggia sul forum del Grande Fratello, dove è possibile rivedere i momenti in cui Taricone uscì dalla casa di Cinecittà e scoprì di essere diventato personaggio mediatico. Ma è Facebook il luogo virtuale dove i fan in queste ore salutano l’attore trentacinquenne. Dopo averlo incitato a “tener duro” ieri, quando versava in gravissime condizioni per un incidente con il paracadute, adesso è il momento del commiato. Per il quale qualcuno ha creato un’apposita pagina: “Per chi non dimenticherà mai ‘o guerriero”. Anche se la più affollata è una pagina fan che è arrivata nelle ultime ore a più di 46 mila iscritti: “Avevo 16 anni quando ti ho conosciuto – scrive Roberto Troili, il fondatore del gruppo - vedere un tuo compaesano simpatico, sciupa femmine, leader al Gf era il massimo. E quando sei uscito mi sei stato ancora più simpatico, quando hai rifiutato di fare il “trenino” da Costanzo e ti sei messo a studiare per coronare il tuo sogno (riuscito) di diventare attore. Onore al guerriero. Sempre con noi”.

“Addio Pietro, rimarrai per sempre il nostro eroe”, scrive Antonio. “Eri uno di noi!”, grida Serena. "Continua a volare, Pietro!", è il messaggio di Maria. E Grazia: “Ora sei il nostro…James Dean di questi tempi”. Tanti pensieri sono rivolti alla figlia di cinque anni e alla compagna, l’attrice di origini polacche Kasia Smutniak (la notizia della morte di Taricone arriva perciò anche su una pagina in polacco di Wikipedia). Ma c’è anche chi non dimentica che oggi sarebbe stato l’onomastico dell’attore: “Oggi doveva essere una giornata di festa per te. Invece hai lasciato tutti nel più grande dolore…”.

A sfogliare gli aggiornamenti di status sul social network, ci si accorge che tanti stanno pubblicando sulla propria bacheca in queste ore link a video montati dai fan e spezzoni di film. Su tutti campeggia la recente performance canora nella serie tv “Tutti pazzi per amore 2” sulle note di “Adesso tu”, di Eros Ramazzotti. E poi ci sono i video del Grande Fratello, ovviamente. Perché, come scrive TvBlog, “Pietro era per il Grande Fratello quello che Mike Bongiorno è stato per la televisione. Un apripista inconsapevole ma non per questo non degno di questo ruolo”.

Non mancano, come sempre, anche piccole polemiche, toni sopra le righe e i soliti "troll". Qualcuno ha per esempio creato il gruppo “E chi se ne fotte che è morto Pietro Taricone”. La bacheca di questa pagina è presto diventata teatro di accese polemiche e insulti da parte di chi chiede rispetto per “un personaggio che era innanzitutto un padre, un marito e un uomo di 35 anni”. Anche su Twitter, dove una marea di messaggi con le parole “Taricone R.I.P.” (riposa in pace, ndr) ha iniziato a scorrere dalla prima mattina, Watkin, nascosto dall’anonimato, sbotta: “Oddio, ora Taricone diventerà un’icona italiana”. Ma viene subito sommerso di rimproveri.

E i ricordi affettuosi e commossi, inutile dirlo, sono la schiacciante maggioranza. Da parte di semplici spettatori televisivi, ma anche di chi Taricone l'ha conosciuto di persona. Come Clemente: “Pietro sto male – scrive – Sei stato un grande amico aiutandomi nei momenti di difficoltà. Mi dicevi: Clemè, la vita è breve e io voglio viverla il più possibile, prima che il destino cali il sipario…e tu l’hai vissuta”.

Guarda anche:
"Ciao guerriero", è morto Pietro Taricone
Incidente col paracadute: grave Pietro Taricone



Tutti i video su Pietro Taricone



Leggi tutto