Aggressione a Berlusconi, assolto Massimo Tartaglia

Nella foto Massimo Tartaglia fermato dopo l'aggressione a Silvio Berlusconi
1' di lettura

L'uomo che lo scorso 13 dicembre aggredì il Presidente del Consiglio in Piazza Duomo a Milano è stato assolto perchè non imputabile. Dovrà rimanere per un anno nella comunità in cui si trova attualmente e non potrà partecipare a manifestazioni pubbliche

BERLUSCONI AGGREDITO, L'ALBUM FOTOGRAFICO

E' stato assolto in quanto non imputabile, perché totalmente incapace di intendere e di volere al momento del fatto. È questa la sentenza su Massimo Tartaglia, che nel dicembre scorso ferì Silvio Berlusconi a Milano lanciandogli sul volto una statuetta del Duomo. Il Gup Luisa Savoia ha disposto come misura di sicurezza che Tartaglia resti in libertà vigilata per un anno nella comunità di recupero dove si trova da mesi agli arresti domiciliari. Tartaglia dovrà conformarsi alle indicazioni del direttore della comunità, potrà ottenere dei permessi per andare a visitare alla famiglia ma non potrà partecipare a manifestazioni pubbliche come quella del dicembre scorso in cui aggredì Silvio Berlusconi.

Guarda anche:
Berlusconi: "Perdono Tartaglia"
Tartaglia invia lettera di scuse a Berlusconi
Il video dell'aggressione
Parla il padre di Massimo Tartaglia: malato, non violento, ho telefonato al premier

Leggi tutto