Don Gelmini rinviato a giudizio per molestie su minori

1' di lettura

Il Gup ha deciso che il sacerdote dovrà affrontare il processo e rispondere alle accuse di 12 ragazzi che lo indicano come molestatore. Assolto un collaboratore del parroco. Alla sbarra anche la madre di una delle presunte vittime

Don Gelmini non era presente in aula stamani e non ha assistito  alla lettura del provvedimento del Gup che lo ha visto rinviato a giudizio per molestie sessuali su minori. Don Pierino Gelmini dovrà dunque rispondere in aula dell’accusa di molestie sessuali nei confronti di 12 giovani ospiti in passato della sua struttura ad Amelia. Per lui e la mamma di una delle presunte vittime il processo avrà inizio il 29 marzo del 2011.

Nell'udienza preliminare erano coinvolti anche uno dei collaboratori del fondatore della Comunità Incontro, Gianpaolo Nicolasi, accusato di favoreggiamento e di subornazione, che è  però stato assolto per non aver commesso il fatto. Per lui il pm aveva chiesto una condanna a due anni e sei mesi di reclusione.

Le stesse accuse erano state mosse a un altro dei collaboratori di don Gelmini, Pierluigi La Rocca, morto però nei mesi scorsi e di cui è stata dichiarata l'estinzione del reato.

Inoltre è stata rinviata a giudizio anche la madre di uno degli accusatori di don Gelmini, accusata di favoreggiamento e di rivelazione di segreti inerenti un procedimento penale.

Nel corso dell'udienza preliminare una decina degli accusatori di don Gelmini sono stati sentiti con la formula dell'incidente probatorio. Le loro dichiarazioni avranno quindi valore di prova al processo.

Leggi tutto