Maturità 2010, tra miti e leggende

1' di lettura

Le tracce dei temi dall’Australia, le ipotesi sugli argomenti delle prove di italiano, le dritte dei soliti bene informati: tutto quanto gira in Rete sulla prossima prova di Stato. Ma, ragazzi, occhi aperti…

di Laura Barsottini

La convinzione più radicata è che in Australia, dall’altro capo del mondo, i titoli dei temi della maturità italiana li sanno prima per via dell’emisfero opposto. Già, perché ci saranno pure delle scuole italiane in Australia e la maturità, come prova di Stato, deve essere uguale in ogni parte del mondo. E così, via, la notte prima degli esami arrivano a centinaia le telefonate e mail direttamente all’ambasciata italiana in Australia. Beh, si tratta di una vera e propria leggenda metropolitana, come afferma Adriano Tedde, segretario dell’ambasciata italiana a Camberra, intervistato dal sito skuola.net. “Si tratta di un’informazione assolutamente infondata” spiega. “E per due motivi: il primo è che non esistono scuole italiane nel nostro Paese dove si sostengano esami di maturità. Il secondo è che l’anno scolastico australiano è completamente diverso da quello italiano: da noi le scuole iniziano a febbraio e finiscono a dicembre”.

I “tentativi della speranza” degli studenti italiani in fatto di maturità, non finiscono qui. Anche se un sondaggio, sempre di skuola.net dice che oltre il 61 per cento degli studenti si affida soprattutto allo studio e alla propria preparazione, conoscere prima l’argomento della prova di italiano rimane sempre una bella tentazione. E allora, come ogni anno, si scatena il toto-tema, con la complicità della rete. Per quanto riguarda l’analisi testuale, potrebbe essere l’anno della poesia. I soliti bene informati (ma lo saranno davvero?) giurano che potrebbe trattarsi di un testo di Pascoli, Ungaretti, Montale o Saba, tra i poeti, Pavese, Pirandello, Moravia tra gli scrittori. Da non trascurare, comunque, il sommo Dante. Per le altre tipologie si spazia dalle calamità naturali all’immigrazione, dai reality show (il Grande Fratello ha compiuto dieci anni) alla politica, dai rapporti tra il Papa e Berlusconi alla crisi economica. Ma sarebbero papabili anche bullismo, migranti e diritti umani. E poi la lista degli anniversari: cento anni fa nasceva Ennio Flaiano, nel 1910 la futura Madre Teresa di Calcutta e nel 1810 Camillo Benso conte di Cavour. Insomma, più o meno, tutto.

C’è poco da fare, però, copiare rimane sempre una bella valvola di sicurezza, almeno psicologica. A parte alcuni supporti tecnologici come le applicazioni di iPhone, sempre Skuola.net propone tutti i metodi, vecchi e nuovi, per portarsi appresso l’“aiutino”. Ma, anche qui, attenzione: anche i prof sono stati studenti...

VAI ALLO SPECIALE SCUOLA

Leggi tutto