Monza, giallo sulla morte di una donna trovata sgozzata

1' di lettura

Una pensionata di 66 anni è stata trovata morta nel suo appartamento da uno dei figli. Il corpo presentava una ferita alla testa e un profondo taglio alla gola. Gli investigatori hanno rinvenuto sul posto un coltello e un ferro da stiro sporchi di sangue

Una donna è stata trovata uccisa in casa, questa mattina, a Monza. Pensionata di 66 anni, vedova, aveva una profonda ferita alla gola. La donna abitava nell'appartamento insieme a uno dei tre figli. Le armi dell'omicidio erano ancora sul luogo del delitto: un coltello da cucina e un ferro da stiro, con cui la donna è stata colpita alla testa. Entrambi sono stati trovati sporchi di sangue. Il delitto è stato scoperto da uno dei figli.

La squadra mobile di Milano, che indaga sull'episodio, non è ancora in grado di affermare se a causare la morte sia stato il coltello o il colpo sferrato con l'elettrodomestico. Si attende quindi l'esito dell'autopsia, che verrà eseguita nei prossimi giorni, e che dovrà accertare anche quando è avvenuto il delitto.

Secondo quanto riferito, l'appartamento, che si trova al terzo piano di uno stabile popolare, non era a soqquadro, e la porta era chiusa, ma non a chiave. Gli investigatori stanno sentendo i vicini di casa e i conoscenti della donna, oltre ai tre figli, in particolare quello di 35 anni, che viveva con lei.

Leggi tutto
Prossimo articolo