Bari, tragica rapina: il benzinaio spara, muore un ladro

1' di lettura

Un 23enne è morto per un colpo di pistola sparato dal gestore di una stazione di servizio che aveva assaltato insieme a un complice riuscito a fuggire. Per terra i militari hanno recuperato tre bossoli. Non si è appreso se i rapinatori fossero armati

Un giovane rapinatore di 23 anni è morto sabato sera per un colpo di pistola, che l'ha raggiunto al fianco, sparato dal gestore di una stazione di servizio che aveva assaltato assieme con un complice riuscito a fuggire. Il ragazzo, nato nel quartiere periferico San Paolo di Bari, è morto in ospedale dove è stato trasportato dopo essere stato abbandonato in una cava di calcestruzzo poco distante dal luogo della rapina. Il suo ritrovamento è stato reso possibile da una telefonata anonima al 112.
  
La vittima e il complice erano giunti nella stazione di rifornimento Tamoil in sella ad una motocicletta. Non si è appreso se fossero armati. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, quando hanno intimato al gestore di consegnare l'incasso sono stati affrontati dall'uomo armato con una pistola il quale ha sparato contro di loro. Per terra i militari hanno recuperato tre bossoli.

Leggi tutto