"Siamo con te": la reazione del web alle critiche a Saviano

Roberto Saviano
1' di lettura

Le polemiche dei giorni scorsi sullo scrittore campano si spostano dai quotidiani al web. Su blog, siti e socialnetwork sono molti i commenti di sostegno e solidarietà a Saviano. Ma c’è anche chi dice: “E’ umano e in quanto umano è criticabile”

“Siamo tutti con te!”. Oppure: “Lasciali perdere, non meritano un attimo di attenzione”. O ancora: “Io sono dalla tua parte, ti prego vai avanti!”.
Sono solo alcuni dei messaggi di solidarietà che in queste ore si leggono sulla rete, dopo le critiche dei giorni scorsi a Roberto Saviano. L’ultima, in ordine di tempo, è firmata dal sociologo Alessandro Dal Lago, con un pamphlet Eroi di carta. Il caso Gomorra ed altre epopee pubblicato dal manifesto, in cui critica lo scrittore su “tre livelli: narrativo, mediale e sociologico”.
Critiche cui hanno replicato con toni e accenti diversi Adriano Sofri su Repubblica, Pierluigi Battista sul Corriere, Paolo Flores D'Arcais e Francesco Barabagallo sul Fatto.

La querelle sull’autore di Gomorra non è inedita: su tutt'altro piano, qualche settimana fa era stato Silvio Berlusconi ad affermare che "la mafia italiana risulterebbe essere la sesta al mondo ma è quella più conosciuta" anche a causa di opere come il romanzo-inchiesta firmato da Saviano. Ne era nato un piccolo caso politico, con il presidente della Camera Gianfranco Fini che aveva incontrato lo scrittore campano, manifestandogli “la vicinanza delle istituzioni” e con il direttore del Tg4 Emilio Fede che, nell’edizione serale del Tg4 aveva sbottato con un “Basta. Non se no più”. A mettere il carico, ci avevano pensato di recente il musicista Daniele Sepe e il calciatore Marco Borriello (che si è poi scusato).

Le critiche non hanno lasciato indifferente gli internauti. Sul gruppo di Facebook (oltre cinquecentomila gli iscritti) c’è chi giudica come “assurde” certe accuse, lo ringraziano, lo invitano a “non mollare mai” e censurano l'ipotesi della Rai di dimunire le puntate dello speciale che dovrebbe andare in onda lsu "Che tempo che fa".
Il sostegno a Saviano non arriva però solo dal suo (affollatissimo) gruppo nato sul social network. Anche sul sito del Manifesto, che ha pubblicato un articolo di Dal Lago in difesa del suo diritto di critica, i commenti sono quasi tutti intonati a una solidarietà totale nei confronti dello scrittore campano, accusando neanche tanto velatamente i suoi “detrattori” di invidia e qualunquismo, ma c’è anche chi scrive: “Saviano è umano e in quanto umano è fallibile: in quanto fallibile è anche criticabile. O sbaglio?”.
Le cose non cambiano granché a destra. Il tono dei messaggi è quasi sempre di incondizionato appoggio nei confronti del narratore partenopeo: sul sito di Generazione Italia, l’area politica vicina a Gianfranco Fini, sono molti i commenti incentrati a “viva Saviano” e a “con Saviano senza se e senza ma”. E qualcuno scrive: "10...100...1000 Saviano".

Leggi tutto