Portogallo, mistero sulla morte di un giovane italiano

1' di lettura

Andrea Cicconi, 25 anni, originario di Macerata, è stato trovato morto su un marciapiede di Oporto, con un’ampia ferita alla testa, escoriazioni sul viso e senza scarpe. Sul caso sta indagando la polizia portoghese che pensa a una rapina finita male

A Macerata sono ancora frammentarie le notizie sulla morte di Andrea Cicconi, uno studente maceratese di 25 anni, trovato morto in circostanze ancora da chiarire a Oporto, dove viveva da un paio di anni.

Il corpo del giovane è stato scoperto domenica, intorno alle 13:15, in una strada del centro, con ferite alla testa e senza scarpe. Forse è stato aggredito durante una rapina finita male, oppure è stato oggetto di un pestaggio. La Farnesina segue la vicenda attraverso la rete diplomatica.

Andrea era andato in Portogallo con il progetto Erasmus e aveva finito per stabilirsi là, insieme alla madre, una commercialista rimasta vedova. Tornava comunque con un certa regolarità nella sua città natale e aveva contatti con gli amici italiani tramite un profilo su Facebook, che è stato inondato di messaggi

L'ipotesi di una rapina finita in tragedia è la pista che gli investigatori portoghesi stanno seguendo con maggiore tenacia. Non si escludono però nemmeno la caduta accidentale del giovane anche se gli elementi spingerebbero di più verso un fatto criminoso. Andrea Cicconi continuava a  studiare e si manteneva lavorando per le pubbliche relazioni di una discoteca.

Leggi tutto
Prossimo articolo