Amanda Knox torna in Aula per le calunnie agli agenti

1' di lettura

Rinviata al prossimo primo ottobre l'udienza davanti al gup di Perugia nella quale Amanda Knox è accusata di calunnia nei confronti di alcuni agenti della Questura di Perugia. La ragazza si è presentata in tribunale con un nuovo look

MEREDITH: L'ALBUM FOTOGRAFICO

La difesa di Amanda Knox ha chiesto la ricusazione del gup che avrebbe dovuto presiedere l'udienza preliminare per l'accusa di calunnia nei confronti di alcuni agenti della questura di Perugia. L'americana, condannata a 26 anni di reclusione per l'omicidio della studentessa inglese, Meredith Kercher, stamani era presente in aula. Pantaloni bianchi e camicetta gialla, la giovane statunitense è apparsa tranquilla.
I suoi legali hanno chiesto al gup, Claudia Matteini, di astenersi in quanto il giudice è lo stesso che rivestì il ruolo di gip durante la fase di indagine per l'omicidio. Lo stesso, quindi, che emise le misure cautelari. Quindi hanno formalizzato l'istanza di ricusazione in corte di appello, che dirimerà la questione il 17 giugno prossimo. L'udienza è stata invece rinviata al 1 ottobre.

Guarda anche:
Amanda scrive ai genitori: "Sono innocente"
Mez, i legali di Sollecito depositanto un verbale con confidenze di Guede
Omicidio Meredith, attenuanti ad Amanda e Raffaele perché giovani e innocenti
Meredith, la lettura della sentenza di primo grado per Amanda e Raffaele
Le tappe del caso Meredith Kercher

Leggi tutto