Pirata della strada si costituisce dopo aver ucciso 26enne

1' di lettura

L'uomo, incensurato, 44 anni, si è presentato ai carabinieri di Abbiategrasso accompagnato da un avvocato e ha ammesso i fatti

Il pirata della strada che sabato notte ha investito due giovani a Robecco sul Naviglio, nel Milanese, uccidendone uno e ferendo l'altro, si è costituito. L'uomo, L.B., 44enne incensurato, è stato denunciato e la sua auto, che presenta evidenti segni dell'incidente, è stata sequestrata. Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Vigevano. giovani, entrambi di 26 anni, erano stati travolti intorno all'1.30 mentre camminavano sul ciglio della statale 526. L'automobilista era fuggito, senza prestare soccorso.

I due amici avevano parcheggiato la loro auto poco distante da una discoteca della zona. Si erano incamminati quindi a piedi lungo il ciglio della strada. La macchina li ha investiti alle spalle. Tiziano Basciu, di Boffalora sopra Ticino, è stato soccorso e trasportato all'ospedale Humanitas di Rozzano, ma è morto poco dopo. Era arrivato in condizioni molto gravi P.D., ha riportato numerose ferite, tra cui un trauma cranico e uno facciale ed è ricoverato all'ospedale di Magenta. ll padre della vittima aveva rivolto un appello al pirata della strada: "Se ha una coscienza si deve costituire, dimostri di averla".

Leggi tutto