Napoli, immigrato ucciso a colpi di accetta

1' di lettura

Nel comune campano di Brusciano un clandestino d'origine marocchina, che lavorava nella zona come agricoltore, è stato massacrato all'interno della propria abitazione. Sembra che l'uomo sia stato ammazzato in seguito a un tentativo di rapina

A Brusciano, in provincia di Napoli, il 33enne Mohamed Ouhmid, un immigrato clandestino d'origine marocchina, è stato ucciso a colpi di accetta nella sua abitazione. L'uomo, che non aveva precedenti e lavorava nella zona come agricoltore, è stato colpito cinque volte alla gola, alla schiena e al petto. L'omicidio è avvenuto alle 7.00 del 29 maggio, ma soltanto a distanza d'un giorno ne è stata data la notizia.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri della centrale operativa di Castello di Cisterna, Mohamed ha aperto la porta a una persona che conosceva, dal momento che non sono stati riscontrati segni di effrazione. L'omicidio, definito dagli inquirenti efferato, è avvenuto davanti all'ingresso. E' probabile che alla base del delitto ci sia una questione di soldi.

Leggi tutto