Concessi domiciliari per le “aguzzine” dell’asilo Cip e Ciop

1' di lettura

Anna Laura Scuderi e Elena Pesce, le due maestre finite in manette lo scorso due dicembre dopo essere state riprese mentre maltrattavano i bambini dell’asilo dove lavoravano, dalle telecamere piazzate dai carabinieri, sono uscite dal carcere


GUARDA IL FILMATO DEI MALTRATTAMENTI

GUARDA LE FOTO


Il giudice per l'udienza preliminare Roberto Fucigna ha concesso gli arresti domiciliari ad Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, le due maestre arrestate lo scorso 2 dicembre per i maltrattamenti ai bambini dell'asilo Cip e Ciop di Pistoia.
   
Le due donne sono uscite dal carcere femminile di Pontedecimo (Genova) alle 14. Giovedì scorso si è aperto il processo con rito abbreviato e i difensori delle due maestre avevano proposto un risarcimento parziale di complessivi 23 mila euro (15.000 euro la Scuderi e 8.000 la Pesce) sul quale non è stato ancora presentata alcuna accettazione da parte degli interessati.

Le due maestre,  furono arrestate nel dicembre scorso. Gli atti delle indagini condotte dalla polizia giudiziaria e dalla squadra mobile di Pistoia furono trasmessi a Genova perché il papà di una bimba di due anni e mezzo, che era ospite nell'asilo, è un magistrato di Pistoia e quindi non poteva occuparsene la procura toscana.

Terribili le dichiarazioni di alcuni genitori dei bambini maltrattati. Come il papà di un bimbo di quattro anni che ha detto: "Mio figlio ha ancora paura del buio e, in un video, si vede mentre è in un angolo e assiste ai maltrattamenti di altri bambini".


Leggi tutto