Litigano per l'Inter campione, ucciso un uomo a Torino

1' di lettura

La vittima, Edmondo Bellan, 63 anni, è stato accoltellato davanti a un bar in cui aveva seguito la finalissima tra i nerazzurri e il Bayern Monaco. Fermato un sessantenne che avrebbe confessato

Una lite, scatenata dalla vittoria interista nella Champions League, è finita in tragedia a Torino. Subito dopo la partita, un italiano è stato accoltellato a morte davanti ad un bar in cui aveva seguito la finalissima di ieri sera.
Per l'omicidio è stato fermato Rocco Acri, 60 anni. L'uomo, al termine di un lungo interrogatorio negli uffici della Questura, secondo quanto si apprende, avrebbe ammesso le proprie responsabilità. Gli agenti della squadra mobile, inoltre, hanno sequestrato al fermato alcuni abiti sporchi di sangue e un coltello a serramanico, la probabile arma del delitto.

Da una prima ricostruzione dell'accaduto, sembra che la lite tra la vittima - Edmondo Bellan, 63 anni - e il suo assassino sia iniziata all'interno del bar 'Blu Sky' di corso Lecce, quartiere Parrella. Una discussione banale causata dalla vittoria dell'Inter, ritenuta squadra poco rappresentativa dell'Italia per i troppi giocatori stranieri. Il titolare del locale ha allontanato i due, che dalle parole erano passati alle mani, ma la lite è proseguita in strada.
Colpito da almeno due coltellate, una al torace e l'altra al braccio destro, Bellan è stato soccorso e trasportato in ospedale, dove è deceduto per una grave emorragia.

Leggi tutto