Estrema destra, blitz contro l'organizzazione Militia a Roma

Scritte antisemite a Roma firmate da Militia
1' di lettura

I carabinieri del Ros hanno sequestrato mazze, machete, striscioni e anche una divisa dell'esercito isrealiano. Quattro indagati per attacchi contro la comunità ebraica e il sindaco di Roma Alemanno

Blitz all'alba dei carabinieri del Ros, con perquisizioni personali e locali, nei confronti di esponenti dell'organizzazione di estrema destra “Militia”. Sono accusati, secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, di apologia del fascismo, diffusione di idee fondate sull'odio razziale ed etnico e violazione della Legge Mancino, con azioni contro la comunità ebraica romana e la figura del sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Quattro le persone indagate nell'ambito dell'operazione del Ros nel mondo dell'estremismo di destra romano: uno di questi, secondo quanto si è appreso, è un ex appartenente all'organizzazione eversiva Ordine nuovo.

Durante il blitz è stata rinvenuta anche una divisa dell'Esercito israeliano. Trovati inoltre vari strumenti atti ad offendere (machete, mazze da baseball e bastoni); documentazione ideologica di estrema destra; manifesti e strumenti per scritte murarie e striscioni a firma “Militia” e materiale informatico che sarà oggetto di apposite indagini. Le operazioni di perquisizione, disposte dalla procura di Roma, hanno riguardato anche la “Palestra Popolare Primo Carnera”, la sede di “Militia” e alla Discoteca “Kinky Club”.

Leggi tutto