Milano, racket delle occupazioni abusive: 5 arresti

Milano
1' di lettura

Il blitz delle forze dell'ordine ha permesso di smantellare un'associazione a delinquere che operava nel quartiere di Quarto Oggiaro. In manette anche un ispettore di una società con il compito di monitorare le case. Il Comune si costituirà parte civile

E' di cinque arresti, tra cui un ispettore di una società con il compito di monitorare il fenomeno delle occupazioni abusive, il bilancio di un'operazione messa a segno dagli agenti della squadra mobile di Milano, in collaborazione con i poliziotti del commissariato Quarto Oggiaro. Il blitz scattato all'alba ha permesso di smantellare un'associazione a delinquere che operava in due stabili in via Pascarella. A finire in manette è stato Marco Veniani, 55 anni, originario di Verbania. Per lui l'accusa è di concussione: avrebbe preso denaro per insabbiare o rallentare alcune pratiche di sgombero e in un caso avrebbe chiusto favori sessuali a una donna, inquilina "fuorilegge". A far parte dell'organizzazione anche Gaetano Cammassa, detto Nino, noto "faccendiere" del quartiere. Nel suo "ufficio", un bar in una delle piazze più note del quartiere, accoglieva i suoi "clienti": gente disposta ad occupare un'abitazione e a pagare tra i mille e i 2.500 euro.

L'inchiesta, durata circa due anni, ha portato all'ordine di  custodia cautelare anche per i due custodi degli stabili Giorgio De  Martino e Vincenzo Sannino, di 66 e 63 anni. In manette anche  Salvatore Rizzo, 49 anni, una sorta di ariete: era lui, quando  occorreva, a sfondare le porte degli appartamenti per permetterne l'occupazione.

"Chi ha sbagliato deve pagare e se ci sono responsabilità da parte di funzionari degli ex gestori del patrimonio di edilizia popolare è giusto e doveroso che la magistratura vada fino in fondo. Il Comune nella specifica vicenda è parte lesa. E chiederà di costituirsi parte civile". Lo comunicano il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza di Milano Riccardo De Corato e l'assessore alla Casa Gianni Verga.

Leggi tutto
Prossimo articolo